Rassegna Stampa

I baby blindano il terzo posto grazie alla cooperativa del gol

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-04-2014 - Ore 07:42

|
I baby blindano il terzo posto grazie alla cooperativa del gol

Numeri alla mano, ha più possibilità la prima squadra della Roma di riprendere la Juventus che la Primavera di agganciare la Fiorentina al secondo posto, e fare le finali scudetto senza passare per i playoff: 50 punti i giallorossi, 57 i viola, tre sole le partite da giocare. Ma il campionato Primavera prevede una fase finale, la Roma sarà quasi certamente la migliore terza dei tre gironi, e i playoff li farà da prima, con due gare in casa: non vuol dire che la strada per le finali è in discesa, ma di certo la squadra di De Rossi non sarà costretto a giocarsi tutto come l’anno scorso, con una gara secca in trasferta a Milano contro l’Inter (e non finì bene).

 
FESTA CON GOL l In un’annata agrodolce che potrebbe ancora volgere al bello De Rossi può godersi un primato inconsueto, quello dei giocatori a segno: la prima squadra, col gol di Bastos col Sassuolo, è arrivata a 17, sabato, nel 5-0 a Latina, la Primavera è arrivata a 20 (nel conto sono inseriti anche Romagnoli e Mattia Destro, una presenza da fuoriquota, 77’ e due gol, tanto per rimanere in media). Il rovescio della medaglia, proprio come accade per Garcia, è che non c’è un bomber in doppia cifra: con 8 gol il migliore è Jacopo Ferri, che sabato, con la fascia di capitano (mancava il regista Battaglia), nel giorno del 19esimo compleanno ha segnato con una magnifica rovesciata, alzandosi la palla da solo, spalle alla porta.

 

 

GLI ALTRI A 6 centri Cedric e Mazzitelli – che se non fosse salito coi grandi sarebbe già in doppia cifra –, secondo con 7 gol (ma 5 realizzati su rigore) è Francesco Di Mariano, ultimamente relegato spesso in panchina. Ci si aspettava di più da lui, come dai nuovi acquisti di gennaio: Berisha è fermo a un solo gol, Vestenicky il primo lo ha segnato proprio sabato, così come Adamo e Di Livio junior, che invece convince sempre più. E per poco a Latina non si sbloccava anche l’esordiente Soleri, che lo scorso anno giocava al Futbolclub, nei Dilettanti: risultati altalenanti quest’anno, per la Roma, ma materiale su cui lavorare ce n’è.

Fonte: Gasport (F. Oddi)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom