Rassegna Stampa

Ibarbo si candida, Totti è senza il posto fisso

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-04-2015 - Ore 09:11

|
Ibarbo si candida, Totti è senza il posto fisso

In cinque per tre maglie. I dubbi per la trasferta di Torino sembrano riguardare esclusivamente il reparto offensivo. Perché se lo squalificato Torosidis sarà sostituito presumibilmente da Florenzi (in vantaggio su Yanga Mbiwa), l’arretramento dell’esterno di Vitinia apre un ballottaggio in avanti. Totti, Iturbe, Doumbia, Ibarbo e Ljajic: due, almeno in partenza, sono di troppo.

 
Il colombiano spera: «Ho recuperato e sono pronto a giocare dal primo minuto a Torino». Quasi un appello a Garcia a farlo scendere in campo dal primo minuto. In effetti Ibarbo è consapevole che solamente così potrebbe convincere il club a riscattarlo (servono 12,5 milioni) a giugno: «Darò il massimo per rimanere. Nella lotta alla Champions siamo favoriti rispetto alla Lazio». Il ballottaggio sembra essere ristretto a lui e Totti. Il capitano, infatti, dopo esser tornato ad allenarsi in gruppo in settimana, viene comunque da un mese di stop.

Periodo nel quale Ibarbo si è allenato con continuità. L’ultimo quarto d’ora disputato sabato ha lasciato una buona impressione e a Torino potrebbe essere arrivato il suo momento. Anche se, non va dimenticato, quando Garcia ha avuto a disposizione il capitano lo ha fatto sempre (o quasi) giocare. E Doumbia? Dopo la prova di Iturbe nel ruolo di centravanti col Napoli (a Garcia è piaciuto per l’impegno e la corsa) sembra difficile che possa lasciare il posto all’ivoriano. Qualcosa in più si capirà oggi, nell’allenamento prima della partenza per Torino.

 

 
PRIMAVERA SPAZZATA VIA –  Intanto mentre l’agente di Manolas è sibillino sul futuro del difensore («L’Arsenal su Kostas? Chiedete a Sabatini se l’interesse è effettivo…») e Pjanic è costretto a smentire seccamente («Quel post è finto») un commento apparso sulla sua pagina Facebook («Tim Cup? Supercoppa? Non ha vinto niente (la Lazio, ndc) quindi ripeto che per me i laziali non esistono. Ti ricordo -1 (rispondendo ad un tifoso biancoceleste, ndc)» ad opera probabilmente di un fake o di un hacker, a Nyon si è conclusa l’avventura della Primavera di Alberto De Rossi nella Youth League. Dopo aver resisto per un tempo, in avvio di ripresa il Chelsea ha dilagato segnando tre reti nei primi dieci minuti e chiudendo la pratica (4-0) con Abraham nel finale. Evidente il divario tra le due squadre con Isaiah Brown a fare la differenza.

Fonte: il messaggero (S. Carina)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom