Rassegna Stampa

Il baby Gérson lascia il Flu e vola a Trigoria

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-11-2015 - Ore 06:56

|
Il baby Gérson lascia il Flu e vola a Trigoria

GAZZETTA DELLO SPORT - Nessuno meglio di Gérson per parlare di Gérson. Spieghiamo meglio. La Gazzetta rintraccia allo studio di Radio Tupi, a Rio de Janeiro, Gérson de Oliveira Nunes, 74 anni, ora commentatore di calcio. Campione mondiale col Brasile nel 1970, maglia numero otto, autore del secondo gol verdeoro nel 4-1 in finale contro l’Italia. In nazionale, 85 presenze, 19 gol. E chiuse la carriera nel 1974 proprio al Fluminense, dal quale il suo omonimo e futuro romanista sta uscendo adesso per andare alla capitale. Da segnalare che entrambi non sono parenti: Gérson è nome di battesimo. 
VACANZA Il 18enne Gérson Santos da Silva, centrocampista mancino come il mitico Gérson, ha chiesto al Flu di non giocare più nelle due ultime giornate del campionato brasiliano. Vuole una vacanza prima di presentarsi alla Roma, dopo Natale. È stato un anno logorante e a corrente alternata per il giovane Gérson, con 45 presenze sommate in tutte le competizioni e 5 gol per il tricolore di Rio nella sua prima stagione alla squadra principale. Nella Serie A nazionale, il Flu è al 14º posto già con la salvezza matematica raggiunta [...] E il suo rendimento è calato. Naturale per un giovane. Ma ha tutto un orizzonte davanti. È un ragazzo eccellente. Sa tirare in porta, sa dribblare, è preciso nei passaggi. Un acquisto azzeccatissimo. Rimarrà alla Roma, non sarà ceduto in prestito. Ha i numeri per sfondare in Italia, però deve capire che lì troverà un calcio differente». Il Gérson campione del mondo del ‘70 ha visto pure in tv la batosta della Roma a Barcellona. La squadra giallorossa non gli è piaciuta per niente in quel 6-1: «È molto scarsa. Maicon gioca ancora sulla fascia destra della Roma? Una squadra deve rinnovarsi...». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom