Rassegna Stampa

Il biscione diventa dragone. I cinesi si prendono l’Inter

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-06-2016 - Ore 07:04

|
Il biscione diventa dragone. I cinesi si prendono l’Inter

IL TEMPO - BALDINACCI - Comincia una nuova era, il matrimonio tra l'Inter e il Sol Levante s'è fatto, un brindisi alla nuova famiglia cinese e nerazzurra. L'annuncio dell'affare è atteso per questa mattina, manca soltanto il crisma dell'ufficialità per sancire il passaggio del club ai cinesi del Suning Commerce Group attraverso la società Lux Spv, per una quota del 68,55%. Lo ha fatto sapere l'Inter, senza sbilanciarsi ulteriormente, ma gli accordi sono stati sottoscritti e le firme apposte nero su bianco. La trattativa è stata conclusa ieri quando Erick Thohir e Zhang Jindong si sono visti a cena (ore 13 italiane) a Nanchino in Cina, nella residenza privata di quest'ultimo. Affare fatto, l'annuncio e i dettagli saranno resi noti alle 15 cinesi, ore 9 in Italia. In realtà la fumata bianca, seppur ufficiosa, era arrivata già ieri nel primo pomeriggio, con un post sul profilo ufficiale di Twitter del Jiangsu: «Suning Group officially acquired Italian International Milan Football Club», ha scritto l'altra squadra di calcio dell'azienda di elettrodomestici cinese. Ma segnali positivi trapelavano sin dalla mattina, quando la delegazione nerazzurra volata in Cina (il vicepresidente Javier Zanetti, l'ad Michael Bolingbroke, il chief football administrator Giovanni Gardini e il chief revenue officer Michael Gandle) ha incontrato a pranzo alcuni rappresentati della Suning. Al vertice erano presenti anche il corporate director dell'Inter Michael Williamson e l'international business director Richard Lamb, da diversi giorni in Oriente per riunioni preparatorie e documenti da esaminare. La delegazione nerazzurra ha fissato il ritorno in Italia per domani, dunque dopo la conferenza stampa nel pomeriggio cinese all'hotel Sofitel Zhongshan Golf Resort (di proprietà di Suning) che annuncerà il nuovo corso e verrà trasmessa in diretta sul canale tematico dell'Inter. Inizia l'era del Dragone dalle parti di Milano, ne sono entusiasti Thohir e Massimo Moratti che i cinesi vorrebbero come consigliere della nuova società. Anche il presidente della Federcalcio cinese Cai Zhenhua ha espresso la soddisfazione per questa partnership: «Secondo me è molto importante questa collaborazione di Suning con l'Inter, una delle realtà più importanti del calcio italiano - ha spiegato il numero uno del calcio in Cina, che questi giorni ha fatto visita all'Italia nel centro federale di Coverciano - Ci saranno sicuramente buoni scambi culturali a livello calcistico sia dal punto di vista del settore giovanile che della gestione del club». Con l'arrivo dei rinforzi dal Sol Levante dunque l'Inter si conferma la terza società in Serie A ad avere una proprietà straniera, dopo l'arrivo di Thohir nel 2013 come azionista di maggioranza del club. Nel 2011 è toccato alla Roma finire nelle mani degli statunitensi che ne hanno rilevato la proprietà dalla famiglia Sensi mentre nel 2014 il Bologna è stato salvato dal baratro dall'attuale azionista di maggioranza e magnate canadese Joey Saputo. Il prossimo magari sarà proprio il Milan, con il presidente Silvio Berlusconi che vuole imitare i rivali nerazzurri e affidare la società rossonera a un altro ricco gruppo cinese per risollevare le sorti economiche e sportive del club.

Fonte: Il Tempo - Baldinacci

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom