Rassegna Stampa

Il confronto con Baggio, il Pallone d’oro e l’addio dieci scomode ipotesi sul 10 della Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-09-2016 - Ore 07:02

|
Il confronto con Baggio, il Pallone d’oro e l’addio dieci scomode ipotesi sul 10 della Roma

REPUBBLICA - BOCCA - LA GRANDEZZA DI TOTTI È UN DOG-MA. DAVVERO È STATO IL PIÙ GRAN-DE 10 DEGLI ULTIMI 20 ANNI?

No, Roberto Baggio, per rimanere ai soli italiani, gli è stato superiore.

QUAL È IL SUO GOL PIÙ BELLO, IL GOL ICONA?

Per bellezza il gol che fece a Julio Cesar in un Inter-Roma del 26 ottobre 2005: palla presa a centrocampo, resiste a Cambiasso e Zé Maria, evita Materazzi, pallonetto e pallone alle spalle di Julio Cesar. Per sfrontatezza “er cucchiaio” degli Europei 2000 in semifinale contro Van der Sar.

PERCHÉ È DIVENTATO UN PERSO-NAGGIO COSÌ GRANDE?

Perché al di là del talento, l’intera sua vita è identificazione assoluta, passione, un fatto pubblico, un reality show, è tutta in piazza. Sbruffone (“Ve ne abbiamo fatti 4”), ma bonaccione. Un fenomeno di idolatria laica.

SE AVESSE 10 ANNI DI MENO, QUAN-TO VARREBBE OGGI?

Una cifra che sta tra Higuain (90 milioni) e la quotazione massima di Cristiano Ronaldo oggi (120). Diciamo 110 milioni.

SENZA DI LUI L’ITALIA AVREBBE VINTO I MONDIALI 2006?

Probabilmente sì.

SE AVESSE GIOCATO ALTROVE, AVREBBE VINTO IL PALLONE D’O-RO?

Nel 2004 poteva andare al Real. «Avrei vinto tre Champions e due Palloni d’Oro». Lo disse lui a France Football. Facendo la tara, almeno un Pallone d’Oro sì.

PUÒ DIVENTARE IL PIÙ GRANDE “CANNONIERE” ITALIANO IN A?

Difficile se non impossibile, gli mancano 24 gol da Piola (250 contro 274). In ogni caso come media gol/partite è ancora molto sotto Nordahl, Meazza, Piola, Altafini e altri ancora.

Difficile riesca a fare davvero il dirigente nella Roma, come da contratto, dopo gli stracci volati con gli americani. Forse l’allenatore, ma come si comporterebbe con un Totti al tramonto?

FRA TOTTI E SPALLETTI CHI HA RA-GIONE?

Spalletti che gestisce un campione al tramonto così come fanno tutti in tutto il mondo. Dal calcio al frisbee.

Sir Stanley Matthews vinse il primo Pallone d’Oro col Blackpool a 41 anni, e giocò la sua ultima partita con lo Stoke City nella massima divisione inglese a 50 anni

Fonte: REPUBBLICA - BOCCA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom