Rassegna Stampa

Il Consiglio del Coni dice sì Expo traina Roma 2024

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 03-07-2015 - Ore 06:47

|
Il Consiglio del Coni dice sì Expo traina Roma 2024

CORRIERE DELLA SERA - Sfruttare il traino di Expo 2015 e imitarne il successo con Roma 2024. È il sogno di Giovanni Malagò che ieri, all’interno del Padiglione Italia all’interno dell’Esposizione, ha incassato all’unanimità la ratifica della candidatura olimpica da parte del Consiglio nazionale del Coni, davanti a un soddisfatto Ignazio Marino. 
«Sono certo — ha detto il sindaco della Capitale — che possiamo davvero vincere, con una squadra forte e coesa». Il dossier sarà sottoposto a un «ufficio di garanzia», ha annunciato Malagò, e a breve «verrà messa giù una serie di nomi che dovranno avere un occhio particolare» su quella che dovrà essere «un’Olimpiade della sostenibilità: non solo della Capitale, ma anche dell’Italia», sottolinea il presidente del Comitato promotore, Luca Cordero di Montezemolo. 
È evidente la necessità di evitare che la corsa di Roma sia messa a rischio da sprechi e nuovi scandali, perché su quelli vecchi già stanno facendo leva concorrenti e oppositori politici (Lega, movimento 5 Stelle): «Bisogna pulire», ha chiarito Montezemolo. «Se è confermata la candidatura di Budapest, siamo in 5, col 20% di chance a testa. Ho sentito il presidente del Cio Thomas Bach, che ha apprezzato l’88 per cento di voti a favore dell’assemblea capitolina sulla candidatura. Non era affatto scontato» aggiunge Malagò. All’unanimità ha votato invece la Giunta nazionale aperta dal presidente della Lombardia Roberto Maroni («È incredibile, per la prima volta ha votato anche Carraro», ha scherzato Malagò), e con 64 voti su 64 anche il Consiglio ha dato compatto la ratifica decisiva sulla candidatura. Ora il presidente del Coni conta sull’effetto Expo («un buon biglietto da visita»), e per l’attività di lobbing tornerà utile una figura nel Governo con delega allo sport («Ci auguriamo nel giro di poco tempo di avere un interlocutore») ma anche la location del quartier generale scelto per le Olimpiadi di Rio, a Costa Brava: «Un luogo strategico». 
A Rio il Coni candiderà l’olimpionica del windsurf Alessandra Sensini alle elezioni del Cio in quota atleti, e nel frattempo lavora per prolungare la partnership fino a Tokyo 2020. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom