Rassegna Stampa

Il Lanciano piange Costantini, promessa stroncata a vent'anni

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-11-2014 - Ore 12:06

|
Il Lanciano piange Costantini, promessa stroncata a vent'anni

Non ce l’ha fatta Lorenzo Costantini a vincere la sua partita più difficile. A soli 20 anni, il calciatore del Lanciano è morto stamattina alle 8 nell'ospedale di Philadelphia, negli Stati Uniti, dove era andato per curare una forma di leucemia, sottoponendosi alla terapia sperimentale del metodo Car. Le notizie pubblicate sul suo sito due settimane fa avevano fatto ben sperare; parlavano di una ripresa e di valori in miglioramento. Invece, ieri, improvvisamente è arrivato un peggioramento a cui il fisico già provato di Costantini non è riuscito a rispondere.

RACCOLTI 600.000 EURO – La vicenda di Lorenzo aveva mobilitato non solo l’Abruzzo, ma tutto il mondo del calcio, spingendo molte società di serie A e molti calciatori a partecipare alla sottoscrizione promossa da Donato Di Campli, procuratore di Marco Verratti e concittadino di Costantini. In pochi giorni era stata raccolta quasi l'intera somma necessaria a coprire l'enorme costo - 600 mila euro - della terapia alla quale doveva sottoporsi Lorenzo. Stamattina, giunta la notizia, il padre Antonio ha chiuso la sua officina, fino al 16 novembre, ed è partito con la famiglia per gli Stati Uniti. Negli ultimi giorni le condizioni cliniche del ragazzo, già sottoposto a trapianto di midollo osseo a Bologna, erano notevolmente peggiorate. Nei giorni scorsi la sorella Rossana, che era con lui negli Usa, aveva rilasciato un'intervista telefonica ad Abruzzolive.tv: "Il suo cuore è debole. La situazione è difficile, probabilmente dovrà ricominciare la chemioterapia".  Per l'intera giornata numerosi i messaggi di cordoglio sulla sulla pagina Facebook 'Lorenzo facci un goal', dal nome dell'iniziativa lanciata per sostenere la sua battaglia.

Fonte: repubblica.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom