Rassegna Stampa

«Il quartiere è sotto assedio, serve più prevenzione»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-04-2016 - Ore 08:44

|
«Il quartiere è sotto assedio, serve più prevenzione»

IL MESSAGGERO - MANCINI - «E’ un continuo di furti, non se ne può più, va fatto qualcosa». Stefania abita su via Gorgia di Leontini da sei anni. «E i ladri mi hanno fatto visita già tre volte: non sono riusciti a entrare ma in compenso mi hanno fatto danni alla porta e alle finestre per oltre tremila euro». Casal Palocco, un tempo definito ”pianeta verde” a sintetizzare la sua condizione di lontananza ”galattica” dai ritmi della città, ha tutto il senso della periferia nell’esperienza continua con la microcriminalità vissuta dai suoi residenti. «La zona è stata pesantemente presa di mira dai ladri che stanno sistematicamente ripulendo molte case - osserva Claudio Razeto, autore del volume storico ”Casalpalocco, storia di un quartiere” - Qui o ci si protegge da soli oppure è difficile evitare le incursioni dei soliti ignoti, com’è successo anche ai miei genitori. Molti residenti si sono attrezzati con allarmi e telecamere ma spesso non bastano neanche quelle. Penso che manchi del tutto la prevenzione: i ladri prima di colpire fanno dei sopralluoghi e le facce sconosciute in presenza di una sorveglianza effettiva verrebbero individuate. Questo lavoro dovrebbero farlo le forze dell'ordine».
Al servizio del quartiere c’è una stazione dei carabinieri mentre è il commissariato di polizia di Ostia a fornire le volanti in caso di necessità. «Da un decennio chiediamo inutilmente l’istituzione di una caserma al di qua della Colombo - ricorda Giosuè Mirizio di ”Infernetto Sicura” - per dimezzare l’ambito di competenza dei carabinieri di Palocco. All’amministrazione suggeriamo di dotare la zona di un sistema di videosorveglianza stradale per monitorare i punti d’accesso dei quartieri».

Fonte: IL MESSAGGERO - MANCINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom