Rassegna Stampa

Il ranking Uefa ci premia: in questa stagione più forti di Germania e Inghilterra

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-02-2015 - Ore 12:16

|
Il ranking Uefa ci premia: in questa stagione più forti di Germania e Inghilterra

Riscatto: il calcio italiano rialza la testa. Cinque squadre agli ottavi di Europa League ed è un record: al massimo ne avevamo avute quattro, agli ottavi appunto, nel 1988-'89 e '90-'91. Basta pensare che Spagna, Inghilterra e Germania hanno quattro club in tre nella Coppa che, finalmente, i nostri non snobbano più. Ma non è finita: siamo l'unica Nazione europea ancora a pieno organico in Europa. Sei club iscritti e sei ancora in piena corsa: ora tocca alla Juventus fare un passo avanti in Champions League. L'Inghilterra ha già perso per strada tre club, la Spagna e la Germania due, la Francia quattro, il Portogallo addirittura cinque. Solo noi sei su sei. Nel ranking Uefa stagionale abbiamo fatto più punti di Germania e Inghilterra, abbiamo "stracciato" Portogallo e Francia. Nel ranking Uefa 2015 siamo sempre quarti, è vero, ma abbiamo ridotto il divario e soprattutto teniamo a larghissima distanza il Portogallo che avrebbe potuto scavacarci dopo la pessima stagione passata. Ora dipende tutto dai prossimi risultati: la Germania, al momento, è inavvicinabile e quindi per il nostro calcio non è ancora possibile recuperare un posto (il quarto) in Champions League. Ma questi risultati sono confortanti, ora che Inter e Roma sono nel mirino dell'Uefa per il financial fair play e altri club potrebbero trovarsi nella stessa situazione in futuro. La crisi c'è, e si fa sentire (anche) in Italia, ma il riscatto in Europa dà fiducia al nostro calcio e questa potrebbe essere davvero una stagione da ricordare. Oggi alle 13 a Nyon è previsto il sorteggio delle 16 squadre per gli ottavi: da evitare i derby e lo Zenit, Everyton e Siviglia. Sorteggio integrale o quasi alle 13 per gli ottavi di Europa League. La Uefa comunica che, in base alla decisione del Panel Emergenze, "non potranno essere accoppiate squadre di Russia e Ucraina. La decisione riguarda quattro squadre: Dinamo Mosca, Zenit, Dinamo Kiev e Dnipro. I primi due accoppiamenti saranno quindi quelli che riguardano le squadre ucraine".

Fonte: La Repubblica

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom