Rassegna Stampa

Il Romagnoli day Sabatini-Galliani chiudono l’affare

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-08-2015 - Ore 07:24

|
Il Romagnoli day Sabatini-Galliani chiudono l’affare
REPUBBLICA - PINCI - E’ il giorno di Alessio Romagnoli al Milan. Sicuramente se lo augura Adriano Galliani, che per stamane ha fissato un appuntamento a Forte dei Marmi con il ds della Roma Walter Sabatini, in Versilia già dalla serata di ieri. Il festival della cessione più remunerativa dell’estate romanista è iniziato già ieri, quando al noto Bagno Roma di Levante l’ad milanista ha incontrato l’agente del calciatore, il toscanissimo Sergio Berti, per definire i dettagli dell’accordo col ragazzo. Che a Milano andrà a guadagnare 2 milioni netti a stagione per 5 anni. Ovviamente, però, soltanto dopo che rossoneri e giallorossi si saranno messi d’accordo. La Roma ha ribadito che per chiudere non bastano i 25 milioni più 3 di bonus già messi sul piatto, ne servono 30. Se Galliani rilancerà a 25 più 5, quasi scontata la fumata bianca. Romagnoli tornerà da Valencia con i compagni in giornata: probabilmente avrà giusto il tempo per fare la valigia e ripartire, destinazione San Siro. Il sostituto? Da Heurtaux a Glik fino al sogno Garay , soprattutto se partisse anche Yanga Mbiwa, col Lione pronto a offrire 9 milioni.
Mentre la squadra era impegnata nella trasferta spagnola, Dzeko ha continuato a allenarsi a Trigoria: accompagnato in palestra dal preparatore Manrico Ferrari, il bosniaco segue un percorso atletico personalizzato che punta a mandarlo in campo la sera del 14 agosto contro il Siviglia, nella presentazione della squadra allo stadio Olimpico. Prima però dovrà essere tesserato, e per liberargli il posto da extracomunitario deve partirne un altro: il motivo che ha accelerato la trattativa con lo Sporting Gijon per Toni Sanabria. Si può chiudere a giorni. Intanto arriverà il terzino Digne : il giocatore ha fatto pressioni con il Psg per andare a Roma, le posizioni di giallorossi e francesi si sono finalmente avvicinate anche sulle cifre per il prestito (2 milioni) e per il riscatto non obbligatorio, che dovrebbe scendere a 10-11 milioni.

Fonte: REPUBBLICA - PINCI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom