Rassegna Stampa

Il sergente Garcia e il caporale Sabatini

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-06-2013 - Ore 12:05

|
Il sergente Garcia e il caporale Sabatini

LEGGO (F. MACCHERONI) - Mentre aspettiamo il sergente Garcia, ci domandiamo dove porterà la Roma il nuovo caporale di giornata, Walter Sabatini. Perché è chiaro che ormai il futuro della squadra (e quindi del club, mister Jim: sono i risultati a fare soldi nello sport) è nelle sue abili mani. Lamela (ma pagato a peso d’oro) e Marquinhos non si discutono. Però, nemmeno altre perle. Kjaer aveva gli occhi azzurri, Dodò soddisfa il gusto estetico del caporale di giornata, Garcia suona la chitarra e canta El porompompero e forse soddisfa il suo gusto musicale. Ma intanto a Roma è stato soddisfatto soltanto il gusto dello sfottò da parte dei tifosi laziali. Mauro Baldissoni, avvocato da molti considerato molto vicino a Pallotta (scusi Jim, ma alcuni la conoscono per cognome), la settimana scorsa sembrava suggerire un interessamento per Mancini. Sabatini s’è infuriato e di Mancini non si parla più. Si parla soltanto di una grande Roma, di un grande futuro. Perché il futuro non è tangibile. Sta lì: in quel domani in cui non c’è certezza se non nelle promesse di Sabatini che, dopo due anni, ha vinto il ballottaggio con Baldini. E adesso, cari tifosi, ve lo tenete. 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom