Rassegna Stampa

Il vigile Alberto Sordi più “multras”: lo striscione costa 167 euro a un tifoso

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-10-2016 - Ore 07:15

|
Il vigile Alberto Sordi più “multras”: lo striscione costa 167 euro a un tifoso

MESSAGGERO – «È meglio che ti ci abitui da piccolo alle ingiustizie, perché da grande non ti ci abitui più!». Con questo avvertimento Alberto Sordi nei panni del vigile Cellettidispensava un consiglio prezioso al figlio Remo. Un insegnamento di cui far tesoro. La forbice tra ciò che riteniamo giusto e le regole a volte si rivela ampia, facendoci sentire vittima di un’ingiustizia. È il caso di quello che sta accadendo ai tifosi dellaRoma che percepiscono come profondamente limitative della loro libertà di sostenere la squadra, le regole imposte dalle autorità nel recente passato. La frattura tra la tifoseria e le istituzioni ha caratterizzato le ultime due stagioni: l’ultimo episodio di una lunga serie è accaduto durante Roma-Sampdoria dello scorso 11 settembre e curiosamente riguarda proprio il vigile Celletti. Per ironizzare sull’eccessivo ricorso alle sanzioni nei confronti del pubblico dell’Olimpico, un tifoso della Curva Nord ha esposto in successione l’immagine di Alberto Sordi nei panni del popolare personaggio e lo striscione con la scritta “Multras”. La risposta della Questura di Roma è contenuta nel verbale pubblicato sulla pagina Facebook dell’avvocato Contucci. Il tifoso «ha contravvenuto al Regolamento d’Uso dello stadio Olimpico» poiché il materiale non era stato autorizzato dal GOS; pertanto è stato sanzionato con 167 euro di multa. Chissà se i tifosi si abitueranno mai a sentirsi vittime di ingiustizie.

Fonte: MESSAGGERO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom