Rassegna Stampa

In 45 mila per gli uomini Rudi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-11-2013 - Ore 09:30

|
In 45 mila per gli uomini Rudi

Ultima chiamata al botteghino, ultimo treno, ultime ore. Poi si chiude, perché alle 15 si gioca, si lotta, si canta, si vive. Non ci sarà il tutto esaurito, che ci sarà certamente ma per un futuro forse vicino. Non ci sarà, e nemmeno era atteso, perché davanti avrai il Sassuolo. Non ci sarà, e nemmeno era atteso, anche perché una Tevere a prezzo pieno, e cioè per gli uomini compresi nella fascia di età che va dai 14 ai 65 anni, costa 60 euro e per una Monte Mario ne occorrono 80, che diventano 95 per la Top.

Non ci sarà il tutto esaurito, ma probabilmente ci sarà il record stagionale di presenze, un primato legittimo e reale: dovrebbe essere stracciato il dato di Roma- Napoli, che con 45.913 spettatori (depotenziati dall’impossibilità di acquistare i biglietti per chi non risiedeva a Roma e provincia) e con questa Roma qui non poteva resistere a lungo. Che però potesse cadere col Sassuolo, forse, a Trigoria non se l’aspettavano. Mancano 400 biglietti. Solo 400 biglietti. Fino a ieri ne erano stati venduti 22.500. Abbonati inclusi (23 mila), significa circa 45.500 spettatori. Prezzi alti. L’ostacolo è palese, è questo qui. La strategia societaria, difesa (chiaramente) dalla dirigenza romana e romanista, è stata studiata parecchio lontano dal Raccordo. È dall’America che hanno dettato la linea. Linea che paga, per carità, ma sicuramente non per la sua brillantezza.

Paga perché la brillantezza è altrove, perché la Roma è capolista e il gioco di Rudi Garcia scintilla di suo, non perché una Tevere costa 60 euro e una Monte Mario 80. Contromisure? L’apertura dei Distinti ospiti ai romanisti nelle partite come questa, dove i tifosi del Sassuolo potranno quasi contarsi uno per uno. Per ora non si può fare, perché il settore per gli ospiti deve rispondere a certe caratteristiche e dedicare loro una fetta di Montemario, al momento, è oggettivamente impossibile. La Roma sta studiando la cosa. Ci vuole tempo, ma a Trigoria ci stanno mettendo l’impegno.

Parecchio impegno. Il potenziale vantaggio per i romanisti, in termini di portafoglio, è palese. Immaginate altri cinquemila posti a 30 euro a biglietto, esattamente quanto è costato un Distinti per Roma-Sassuolo. Info utili per i ritardatari, che se sono donne, under 14 e over 65 (appunto) possono comprare il tagliando a 40 euro in Tevere e 55 in Montemario. A parte le ricevitorie che stamattina saranno aperte, dalle 10 alle 13 sarà possibile acquistare il biglietto nei tre Roma Store aperti la domenica, quelli di piazza Colonna 360, via Appia Nuova 130 e in quello presente all’interno del centro commerciale “Parchi della Colombo”. Oppure, attenzione, al Foro Italico Ticket Office di viale delle Olimpiadi. Praticamente a un passo dall’Olimpico. Come dire, casa e bottega. Anzi, casa e Tribuna.

 

 

Fonte: IL ROMANISTA - GALLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom