Rassegna Stampa

In porta si cambia Szczesny in bilico Roma, c’è Alisson

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-11-2015 - Ore 07:15

|
In porta si cambia Szczesny in bilico Roma, c’è Alisson

LA GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI - «Germania anno zero» è uno straordinario film di Roberto Rossellini in cui si descrive anche come, al termine della Seconda Guerra Mondiale, tanti hanno dovuto ricostruire un futuro partendo dalle macerie. Parlando della storia minima rappresentata dal calcio, prima dell’avvento di De Sanctis anche la Roma ha dovuto riedificare la difesa partendo dalle «rovine» della discussa era Stekelenburg. Poi le cose sono virate al bello e il ruolo ha ripreso nobiltà, ancor più adesso che c’è anche Szczesny. Ma le parole del d.s. Sabatini di due giorni fa hanno di nuovo riaperto il fronte, facendo temere una «Roma anno zero», anche perché sia De Sanctis che Lobont sono in scadenza a giugno. Queste le parole di Sabatini: «Confermare Szczesny (è in prestito, ndr ) sarà un’operazione molto difficile. Cercheremo di trattenerlo, ma conosco bene Wenger. Comunque ci siamo già coperti con un altro portiere». Il nome non è un segreto: si tratta di Alisson Ramses Becker, 23 anni, portiere dell’Internacional e del Brasile, ma non è il solo nel mirino. 
C'E'PURE SCUFFET -Pur non potendo immaginare un suo immediato futuro da titolare, anche Simone Scuffet, 19 anni, portiere del Como (e allenato fino a pochi giorni fa da Carlo Sabatini, fratello di Walter), ma di proprietà dell’Udinese, è tra i monitorati. Dal Brasile Alisson giorni fa è stato chiaro. «So che c’è stata un’offerta di un club italiano (7 milioni, ndr ) e mi è stato prospettato che rimarrò all’Internacional almeno sino a gennaio. Comunque alla dirigenza ho già spiegato che la mia ambizione è quella di andare a giocare in Europa in una società che faccia la Champions». L’identikit della Roma è così perfetto da far dare l’affare per concluso con un arrivo addirittura a gennaio, con relativo parcheggio in un club compiacente, ed il primo nome fatto è quello del Frosinone, così come per il talentuoso Gerson. Tra l’altro, pochi giorni fa anche l’ex giallorosso Juan aveva rivelato: «Alisson ultimamente mi chiede informazioni su Roma». 
DE SANCTIS RINNOVA? - Ma i giochi su Szczesny e De Sanctis non sono chiusi. Quest’ultimo infatti a dicembre avrà un colloquio e non è escluso un rinnovo del contratto di un anno, anche per «proteggere» l’inserimento di eventuali nuovi. A sua volta ieri Szczesny si è tenuto tutte le porte aperte. «Prenderò una decisione dopo l’Europeo. Mi vuole la Roma, non vedo perché non dovrebbe volermi anche l’Arsenal. Amo l’Arsenal, ma a Roma sto bene, ho la fiducia dell’allenatore e dei compagni. Trasferirmi è stata la scelta migliore. Meglio essere protagonista con i vice campioni d’Italia che fare panchina. Anche Wenger pensava che per me fosse meglio giocare e mi sono fidato». Impressioni? Se Cech resterà ai «Gunners», possibile il polacco resti ancora un anno. Poi sarà tempo per un nuovo film. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Cecchini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom