Rassegna Stampa

In regia si cambia: assalto a Diawara Sul piatto c’è Sadiq

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-05-2016 - Ore 07:58

|
In regia si cambia: assalto a Diawara Sul piatto c’è Sadiq

GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI - DI CHIARA - Se sul destino di Nainggolan e Pjanic a questo punto è meglio non sbilanciarsi troppo – e nell’articolo che leggete a fianco potete capire il perché – è bene concentrarsi anche sul futuro che avanza. Nomi nuovi per la Roma, il primo dei quali – al netto dell’accordo con lo svincolato Martin Caceres – è quello di Amadou Diawara, il 18enne centrocampista guineano (ma cresciuto nel nostro Paese) che bene ha fatto a Bologna in questa stagione, tanto da ritagliarsi un ruolo fisso da regista titolare nella squadra di Donadoni.

IL VERTICE E così è stato questo, in chiave mercato, il piatto forte dell’incontro andato in scena due giorni fa a Milano fra il d.s. della Roma, Walter Sabatini, e l’a.d. del Bologna, Claudio Fenucci. I sussurri raccontano di una trattativa bene avviata, nonostante il giocatore piaccia anche all’Inter (e non solo). Amadou viene valutato intorno ai 10 milioni, ma il discorso potrebbe essere a più ampio raggio, visto che al club rossoblù piace l’attaccante giallorosso Sadiq, destinato a essere riscattato dallo Spezia insieme all’altro baby, il difensore Nura.

SABATINI pressato Certo, inutile nascondere che nel vertice di Milano si è parlato anche del futuro di Sabatini, che da tempo ha presentato le dimissioni al presidente Pallotta. La promessa di essere liberato però da un contratto in scadenza tra un anno al momento è rimasta solamente teorica. Ottima notizia per la dirigenza della Roma e per lo stesso Spalletti, che da tempo sono in pressing sul direttore sportivo perché cambi idea. Il Bologna, che lo vorrebbe, per il momento resta alla finestra, anche se entro una decina di giorni vorrebbe avere una risposta alla sua offerta.

CASO DOUMBIA Sempre per il mercato, c’è da segnalare come dall’Inghilterra giunge voce di un interessamento del Leicestr di Ranieri per Doumbia. Per la Roma sarebbe una benedizione, visto che il rientro alla base dell’attaccante ivoriano, oltre a quelli di Iturbe e Ljajic (a cui tra un anno per giunta scadrà il contratto), mettono in ambasce persino sul fronte del riscatto di El Shaarawy, da consumarsi entro il 30 giugno.

IDEA WITSEL Titoli di coda su una suggestione che giunge dallo Zenit, dove Spalletti è stato imperatore a lungo. Sembra che alla Roma piaccia il belga Witsel. L’impressione è che non sia la sola, ma prima c’è da sistemare il domino Nainggolan e Pjanic.

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI - DI CHIARA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom