Rassegna Stampa

In ritiro con 24 ore di ritardo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-12-2015 - Ore 07:49

|
In ritiro con 24 ore di ritardo

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Una giornata surreale. È quella vissuta dalla squadra e dallo staff tecnico romanista il giorno dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia ad opera dello Spezia. Una giornata trascorsa «sotto vuoto», in attesa di una telefonata dagli Stati Uniti di James Pallotta per fare chiarezza sul futuro di Rudi Garcia ( nella foto sotto ) e terminata con la cena di Natale. Un appuntamento che ha avuto come location i locali all’interno degli studi cinematografici sulla via Tiburtina, programmato da tempo e che non si poteva disertare, nonostante nessuno dei partecipanti avesse una particolare voglia di festeggiare. 
C’erano, però, gli sponsor da accontentare e c’era una finalità benefica dell’evento, visto che il ricavato della serata - ogni persona presente ha pagato 500 euro per esserci, compresi i calciatori, e per questo per la prima volta da anni non sono stati invitati i dipendenti - è stato devoluto a Roma Cares, la onlus molto attiva nelle iniziative di solidarietà e nel sociale. 
Alla fine della serata la squadra ha fatto ritorno a Trigoria, in ritiro (ma oggi i calciatori avranno la mattinata libera) fino a domenica, quando alle 15 si giocherà Roma-Genoa. 
Garcia e la società hanno deciso che è questa la soluzione migliore per isolare il gruppo dall’ambiente esterno: ieri i telefoni delle radio private sono stati letteralmente presi d’assalto dai tifosi arrabbiatissimi, che si sono sfogati anche sui social network, e il cui umore è sensibilmente peggiorato dopo che la società ha reso noti i prezzi dei biglietti (40 euro la curva, 60 i distinti, 120 la Monte Mario) per la gara di Champions contro il Real Madrid (17 febbraio). 
Chissà se quel giorno in panchina ci sarà ancora Rudi Garcia, che non ha intenzione di dimettersi e che ieri mattina ha parlato per circa un’ora con la squadra. «Non mollo - il senso del discorso - se voi siete con me». Anche questo, però, potrebbe non bastare. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom