Rassegna Stampa

Iodice 3 ore dai pm. E in Procura andrà anche Lotito

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-02-2015 - Ore 08:27

|
Iodice 3 ore dai pm. E in Procura andrà anche Lotito

Ieri dalla giustizia ordinaria (a Napoli), la prossima settimana da quella sportiva (a Roma). La telefonata, con Claudio Lotito, registrata da Pino Iodice ha aperto un doppio fronte ancora tutto da decifrare. Da capire se le frasi del presidente della Lazio («Carpi o Frosinone in A sono una rovina» oppure «posso far sbloccare i soldi della A, ma se non troviamo un accordo in Lega Pro non lo farà mai») dette nella telefonata siano state estemporanee oppure la punta di un iceberg. Sarà il compito della magistratura. In particolare un capitolo molto delicato è quello dell’eventuali pressioni esercitate sui club della Lega Pro (l’ex Serie C) per votare a favore del presidente (contestato) Mario Macalli. La gestione dei contribuiti (sbloccati dopo la telefonata e le prime denunce fatte da Iodice) è uno snodo cruciale: se fossero stati gestiti in modo arbitrario si potrebbe persino configurare una alterazione dei campionati. Al momento è solo una ipotesi, ma la Procura di Napoli ha aperto l’inchiesta proprio per individuare eventuali reati che porterebbero a degli indagati. Le indagini (coordinate dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli) sono state affidate ai pm Danilo De Simone e Vincenzo Ranieri: guarda caso fanno parte del pool che indaga sui reati connessi alle «manifestazioni sportive».

LOTITO IN PROCURA? Ieri Iodice è stato sentito per circa tre ore: «Ho consegnato tutto il materiale in mio possesso, posso dire di essere soddisfatto », ha dichiarato il d.g. dell’Ischia all’uscita. I pm faranno le loro valutazioni in breve tempo ed è quasi scontato che ci sia una convocazione in Procura a Napoli anche per Lotito come persona informata sui fatti. Ed è molto probabile che siano ascoltati pure altri presidenti di Lega Pro. Nel frattempo Iodice sarà chiamato (la prossima settimana) da Stefano Palazzi per il filone sportivo. A Roma è stata depositata solo la telefonata resa pubblica e alcuni sms di scarso contenuto. Tutto il resto del materiale è da ieri in Procura a Napoli: Palazzi chiederà di poter accedere agli atti. I tempi potrebbero non essere brevi.

Fonte: GASPORT (F. CENITI)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom