Rassegna Stampa

Italia, contro l'Uruguay scatta la rivoluzione di Prandelli: con il 3-5-2 spazio a Immobile con Balotelli

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-06-2014 - Ore 09:35

|
Italia, contro l'Uruguay scatta la rivoluzione di Prandelli: con il 3-5-2 spazio a Immobile con Balotelli

Dopo la debacle contro la Costa Rica, il Ct dell'Italia Prandelli rivoluziona l'Italia: si passa al 3-5-2, davanti spazio a Immobile con Balotelli.

La storica debacle contro la Costa Rica porterà nella terza partita contro l'Uruguay a una rivoluzione tattica e di uomini per l'Italia, che si giocherà tutto nella gara di domani a Natal. Il Ct azzurro, CesarePrandelli, ha deciso di attuare un cambiamento radicale, visto che il 4-3-2-1 non ha sortito nella sfida con i 'ticos' agli effetti sperati.

Il tecnico di Orzinuovi lo ha comunicato ai suoi giocatori ieri verso mezzogiorno e mezza, quando ha radunato tutti al centro del campo dello Stadio Abc 'Maria Lamas Farache' di Natal provando la formazione che scenderà in campo contro la Celeste. A livello tattico si passerà così al 3-5-2, il modulo che ha fatto le fortune della Juventus (e non solo) nell'ultimo triennio.

E con il modulo-Juve, spazio in campo ai tanti bianconeri della rosa della Nazionale. Fra i pali Buffon, linea difensiva a tre scolpita, con il trio Barzagli, Bonucci, Chiellini. Sulle fasce Darmian a destra e il recuperato De Sciglio a sinistra, Pirlo davanti alla difesa supportato dalle due mezz'ali Verratti e Marchisio.

Ma la vera novità sarà in avanti, dove Prandelli è deciso a schierare per la prima volta in questi Mondiali le due punte: con Balotelli ieri è stato provato il capocannoniere dell'ultima Serie A, Ciro Immobile, che quasi certamente avrà l'occasione per dimostrare a tutti il suo valore.

A partitella in corso il Ct azzurro ha provato anche Cassano, ma attualmente il neo acquisto del Borussia Dortmund appare sicuramente come il candidato principe per affiancare dall'inizio SuperMario. Il sacrificato sarà Antonio Candreva, parso molto affaticato nella gara di Recife.

La presenza da titolare di Immobile è il segno evidente che il Ct vuole giocarsi la gara offensivamente. Contro la Costa Rica, del resto, l'Italia ha tirato pochissimo in porta. Con l'Uruguay l'intenzione è quella di migliorare sensibilmente quella statistica, segnando quanti più goal possibile, anche per giocarsi il primo posto nel caso in cui l'Inghilterra dovesse fare lo sgambetto ai centroamericani nell'altra sfida. La rivoluzione di Cesare è partita.

Fonte: goal.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom