Rassegna Stampa

Italia corazzata, arrivano i tedeschi Sansone e Caligiuri

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-06-2015 - Ore 08:34

|
Italia corazzata, arrivano i tedeschi Sansone e Caligiuri

GAZZETTA DELLO SPORT/F.LICARI - Due novità assolute, ma non sorprendenti viste le indiscrezioni, nella lista dei 34 azzurri selezionati da Antonio Conte per lo stage:Sansone e il «tedesco» Caligiuri. In più arriva Insigne, che il c.t. avrebbe convocato già mesi fa prima dell’infortunio, e ritornano Giaccherini, El Shaarawy e De Sciglio. La vera sorpresa è Paloschi in attacco. In difesa, indisponibili i milanisti Antonelli e Abate, il c.t. ha scelto De Silvestri e Criscito, più la coppia centrale già convocata control’Albania: Acerbi e Rossettini. Niente da fare per gli Under 21 Rugani e Romagnoli (che restano con Di Biagio) né per Saponara: probabilmente a Conte servono altre conferme prima di una chiamata azzurra per l’empolese. Comunque, aspettando il rientro degli juventini dopo la finale di Berlino, il gruppo si infoltisce.

TEST PER «ELSHA» Lo stage rientra da sempre nel progetto tecnico di Conte. I club si sono opposti a quello invernale, ma non hanno potuto rifiutare questa «tre giorni» nella quale il c.t. spiegherà le sue idee e la sua filosofia di gioco, valutando anche il possibile inserimento di qualcuno nella lista per la Croazia (il 12) e per l’amichevole con la Svizzera (il 16). Quando torneranno gli juventini (Buffon, Bonucci, Chiellini, Barzagli, Pirlo, Marchisio, forse Matri), Conte dovrà aggiungere una ventina di azzurri alla lista definitiva. Il test è importante, per esempio, per il milanista El Shaarawy, considerata l’esclusione di Cerci: Conte cerca un esterno alla Robben, che possa fare la doppia fase, per dare più soluzioni offensive al 3-5-2. E magari fare qualche nuovo esperimento tattico dopo il 4-4-2 «particolare», quasi obliquo con una fascia più offensiva, visto contro l’Albania.

ALLA SCOPERTA DI CALIGIURI Sarà valutato con curiosità Daniel Caligiuri, esterno offensivo del Wolfsburg, doppio passaporto, reduce da una bella stagione. E sarà accolto a braccia aperte Giaccherini, tornato in campo nel Sunderland dopo un lungo stop: per Conte è un interprete ideale del ruolo di mezzala. Anche Insigne può offrire variabili significative in attacco. Confermati il play Valdifiori, dopo la bella prova con l’Inghilterra, e naturalmente l’italoargentino Vazquez, ecco Sansone che nel tridente del Sassuolo, con Zaza (convocato) e Berardi, ha conquistato le attenzioni di Conte. Infine l’irriducibile Paloschi del Chievo.

MERET: UN UNDER 19 Mancano tre milanisti: Abate e Antonelli erano in bilico (bronchite e pubalgia hanno impedito la chiamata), mentre l’esclusione di Cerci è per scelta tecnica, dopo l’ennesima panchina. Neanche Perin, infortunato, poteva rispondere alla chiamata: con Sirigu e Marchetti è tornato il torinista Padelli. A Conte sarebbe piaciuto avere Giovinco ma, con il campionato in corso, il club canadese non ha concesso il viaggio. Ai 34 selezionati sarà aggregato il portiere dell’Under 19 Alex Meret (Udinese). Appuntamento stasera entro le 22 per l’inizio del raduno. Da domani doppia seduta quotidiana per tre giorni. Poi, tra venerdì e sabato, Conte comunicherà i convocati per Spalato e Ginevra, con allenamenti da lunedì 8 a Coverciano.

 

Fonte: Gazzetta dello Sport - Licari

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom