Rassegna Stampa

Jacobelli: elogio di Totti, l'uomo in più della Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-09-2015 - Ore 20:12

|
Jacobelli: elogio di Totti, l'uomo in più della Roma

Dalla panchina, è stato testimone dello splendido pareggio con il Barcellona e, anche contro il Sassuolo, Francesco Totti potrebbe non andare in campo dal primo minuto. Si ventila una staffetta con Dzeko: deciderà Garcia. Le regole della rotazione le ha stabilite ill tecnico, com’è giusto che sia e il fuoriclasse si adegua. Guido D’Ubaldo, uno dei più bravi e preparati giornalisti che raccontano le cronache romaniste, alla vigilia della supersfida di Champions League aveva annotato sul Corriere dello Sport-Stadio come, per la prima volta in sala-stampa, non ci fossero state domande su Totti. Un segno dei tempi per questo Genio del calcio che il tempo continua a sfidare. Domenica 27 settembre, Totti compirà 39 anni. Si annunciano festeggiamenti e iniziative speciali nei giorni in cui, un altro Totem del calcio mondiale, Gianluigi Buffon, calamita le attenzioni generali per una longevità agonistica senza pari. E non è soltanto questione di avere un fisico eccezionale. E’ una questione di testa, di cuore, di comportamento. Per questo, l’elogio di Totti s’impone. Per il modo in cui sta vivendo questo avvio di stagione, che lo vede ricevere l’omaggio di un altro Immortale del calcio, quale Lionel Messi, a Barcellona in calce al Trofeo Gamper o all’Olimpico che l’ha osservato capitano non giocatore e, dopo la partita, l’ha visto chiedere al quattro volte Pallone d’oro se fosse possibile fare una foto con il figlio. Totti ha anteposto l’interesse della Roma a ogni altra valutazione. Totti sta dando alla Roma una straordinaria dimostrazione d’umiltà che lo rende unico anche per questo e, in un ambito diverso rispetto al ruolo ricoperto sul campo negli ultimi vent'anni, ne fa l’uomo in più della squadra. Stamane sul Corriere dello Sport, Walter Veltroni ha domandato a Baggio: quale valore vorrebbe trasmettere ai suoi figli? Roberto ha risposto: “L’umiltà. Se sei umile non hai paura di imparare. Se sei umile non hai mai problemi ad affrontare sfide. Gli arroganti hanno paura del futuro. Gli umili lo cercano. Se vuoi essere qualcuno, nella vita devi essere umile”. Totti ha capito tutto.

Fonte: Corriere dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom