Rassegna Stampa

Juan: «Trappola BayArena Ma con Pjanic Roma sogna»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-10-2015 - Ore 07:04

|
Juan: «Trappola BayArena Ma con Pjanic Roma sogna»

GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Al sole di Porto Alegre si sta meglio che al freddo di Leverkusen o sotto la pioggia di Roma. Soprattutto ora che c’è anche il piccolo Miguel, appena una settimana. Eppure un po’ di sé e della sua testa sono rimasti proprio qui, tra Leverkusen e Roma. Cinque anni con il Bayer, altrettanti con i giallorossi. Stasera Juan si siederà davanti alla tv e si godrà la sua sfida del cuore. 
Che ricordi ha di queste due esperienze? 
«A Leverkusen ho vissuto solo per il calcio, a Roma sono riuscito a combinarlo con la vita. Ero anche più maturo, ho vissuto meglio. Rimpianti? In Germania no. La società stava cambiando, abbiamo centrato quasi sempre la qualificazione in Europa. Forse dovevo andare via prima, non si poteva vincere. A Roma quello scudetto perso in casa con la Sampdoria ancora non mi va giù» [...] Lei era in campo il 19 ottobre 2004, Bayer-Roma 3-1, unico precedente di Champions. 
«Gara decisiva per il passaggio del turno, quasi come stavolta. Dominammo, ma per primo segnò Totti (punizione deviata da Berbatov, ndr ). Francesco ancora oggi è un fuoriclasse. E un uomo stupendo». 
Pjanic può diventarne l’erede? 
«Lo considero super fin da quando è arrivato in Italia, sa fare tutto, ha un potenziale altissimo. Ma Totti a Roma non può avere eredi. Mire vada avanti per la sua strada, non deve neanche pensarci su». 
[...] Chi vince lo scudetto? 
«La Roma, non vedo una squadra più forte in Italia. A patto di non perdere punti con le piccole. Io ho solo sfiorato due scudetti proprio per questo». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom