Rassegna Stampa

Juventini in Nord milanisti in Sud. Stavolta ignorati gli ultrà romanisti

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-05-2016 - Ore 06:11

|
Juventini in Nord milanisti in Sud. Stavolta ignorati gli ultrà romanisti

GAZZETTA DELLO SPORT – CATAPANO - Che la musica, a Roma, sia cambiata con l’avvento del Questore D’Angelo, non lo dimostra solo il caso delle barriere nelle curve dell’Olimpico. In questo quadro, va inserita anche la scelta, ufficializzata al termine del tavolo tecnico di ieri, di destinare la Sud (e tribuna Monte Mario) ai tifosi del Milan e la Nord (e Tevere) agli juventini, protagonisti della prossima finale di Coppa Italia. Una scelta presa nonostante le proteste degli ultrà romanisti, che non avrebbero voluto in casa propria (la Sud) i milanisti, a loro dire «eredi» di quelli che nel 1989 aggredirono e provocarono la morte di Antonio De Falchi prima di un Milan-Roma a San Siro. Non era così scontato, anzi. Due anni fa, nella stessa circostanza, le proteste dei romanisti indussero la Questura e, di conseguenza, la Lega di A, a spostare i napoletani in Nord e i fiorentini in Sud. Col risultato di far attraversare la città a migliaia di napoletani, cosa che creò disagi alla viabilità e non evitò il tragico contatto a Tor di Quinto, sfociato nella sparatoria che provocò la morte di Ciro Esposito.

INFORMAZIONI Apertura dei cancelli alle 16, punto di raccolta per i milanisti a bordo di autovetture il parcheggio della metro A Cipro e piazzale Clodio, per gli juventini Saxa Rubra e due spazi a Tor di Quinto. Massima vigilanza su tutte le direttrici, assicura la Questura.

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT – CATAPANO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom