Rassegna Stampa

Juventus - Roma, RIZZITELLI: "I giallorossi non hanno nulla da perdere". RAVANELLI: "Bianconeri favoriti"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-01-2014 - Ore 17:26

|
Juventus - Roma, RIZZITELLI:

Riflettori puntati su Juventus-Roma, la sfida scudetto in programma domani sera a Torino che riaccende la storica rivalità tra i due club, leitmotiv di tante stagioni negli anni 80. A rivivere il match due grandi ex: Ruggiero Rizzitelli e Fabrizio Ravanelli. «Dopo il derby con la Lazio c'è la partita con la Juventus. È una sfida sentitissima nella Capitale che riporta agli anni 80, alla sfida tra Dino Viola e Gianni Agnelli», sottolinea, all'Adnkronos, Rizzitelli, bomber giallorosso, per lui 154 presenze e 29 gol durante la sua permanenza alla Roma dal 1988 al 1994. «Le due formazioni arrivano a questo appuntamento in ottime condizioni mentali e fisiche. La Juve sta battendo tutti i record dopo due anni strepitosi, mettendo la cattiveria giusta in ogni partita, Conte gli ha inculcato una mentalità veramente vincente -prosegue l'ex attaccante -. Di fronte avrà una Roma che nessuno avrebbe immaginato prima dell'inizio della stagione. La pausa per le festività sarà una incognita per entrambe, chi ha più da perdere è la Roma che, in caso di sconfitta, scivolerebbe a 8 punti dai bianconeri. Ma dipende poi anche, nel caso, come si perde: se fai la prestazione ma torni a casa senza punti, come giocatore pensi ad un episodio negativo, non ti taglia psicologicamente le gambe. Se perdi malamente c'è invece il rischio di un calo mentale».

«Juve-Roma è stata sempre una battaglia molto sentita dai tifosi giallorossi, ancor di più oggi con la Roma in un momento positivo e con zero sconfitte in campionato. È una sfida scudetto anche se per la Roma sarà difficile. Con tutto il rispetto vedo i bianconeri ancora un gradino sopra», spiega Ravanelli all'Adnkronos. «La Juventus bisognerà vedere se, come consuetudine, ha fatto un carico di lavoro nella pausa natalizia; Conte è un allenatore che durante la sosta mette benzina nel motore, bisognerà vedere quale lavoro ha svolto anche in considerazione della sfida che lo attende -prosegue l'attaccante perugino che con la maglia bianconera, dal 1992 al 1996, ha realizzato 41 gol collezionando 111 presenze-. Tutte e due arrivano da una serie positiva strepitosa, sarà una bella partita. Pronostico? Vedo la Juve favorita perchè ha una mentalità acquisita negli anni ed un allenatore tra i migliori al mondo, un fuoriclasse. La Roma sta costruendo la sua mentalità, cosa che la formazione di Conte ha già fatto: le vittorie hanno dato ai bianconeri una sicurezza nei propri mezzi ed una mentalità vincente che anche nei momenti difficili gli ha permesso di ripartire, come dopo l'eliminazione in Champions. La Roma è sulla strada giusta, ha un fuoriclasse come Sabatini che ha preso un allenatore bravissimo e giocatori importanti, ha due grandi come Totti e De Rossi, ha tutte le carte in regola per vincere anche a Torino, ma a parte questa partita vedo la Juve favorita per il titolo».

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom