Rassegna Stampa

Kucka, Borriello e Saponara: in coda si alza l’asticella

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-08-2014 - Ore 08:35

|
Kucka, Borriello e Saponara: in coda si alza l’asticella

Quando la salvezza vale come uno scudetto. Obiettivo da perseguire con ogni mezzo. A partire dalle mosse di mercato dove, secondo possibilità e necessità, al ballo delle pericolanti tutti studiano come portarsi avanti rispetto ai rivali.

Il sogno emiliano C’è chi, come il Sassuolo, noblesse oblige, ha forza economica e velleità per tentare di non rimanere invischiato nella lotta per la sopravvivenza; così, al secondo anno di Serie A gonfia il petto e «sgomita» per alzare l’asticella degli obiettivi. Basta dare uno sguardo agli affari neroverdi già conclusi per valutare le ambizioni del club di patron Squinzi. Il riscatto del bomber Simone Zaza, poi l’arrivo di Peluso dalla Juventus (club molto vicino alle dinamiche emiliane), quindi l’assalto vincente al croato Sime Vrsaljko prelevato dal Genoa sotto lo sguardo interessato dei bianconeri. Davvero un menu d’autore. E’ cronaca recente inoltre l’emergenza portiere dopo l’infortunio di Pegolo, col sogno Storari in cima alla lista di mezza estate. E non è ancora finita. Le strategie della dirigenza portano a nuovi importanti obiettivi come Kucka del Genoa (affare legato alla corte ligure per Pavoletti) e il faro Cigarini dell’Atalanta. Bottega cara quella bergamasca, che per far partire il suo regista chiede 10 milioni cash e l’inserimento nella discussione di Kurtic. Storia di un tormentone estivo che va avanti da settimane e che potrebbe avere presto sviluppi definitivi.

Il Cesena si muove A Bergamo, storica fucina di talenti, hanno in mano un altro asso, Bonaventura, un giocatore da oltre un anno dato per «vicino» alla Fiorentina. Bonaventura, sempre sul piede di partenza, piace anche in Inghilterra, ma sul tavolo bergamasco, evidentemente, non è ancora arrivata l’offerta giusta. Atalanta sempre attenta a mantenere un assetto competitivo. Alle robuste iniezioni di qualitàquantità con Boakye, D’Alessandro e Rolando Bianchi, si sono aggiunti di recente Rosseti e Spinazzola, prospetti arrivati via Juventus. Curiosa la sponda in onda sulla rotta AtalantaCesena. Il d.s. romagnolo Rino Foschi ha dialogato con successo con Pierpaolo Marino e gli affari non sono mancati. In bianconero sono arrivati infatti Nica, Lucchini, Cazzola, Giorgi e per ultimo Brienza. In Romagna via Juve chance per il portiere Leali e l’islandese Magnusson. Sinergia calda anche con la con la Roma, dopo il corteggiamento per il brasiliano Ademilson (San Paolo), l’attualità racconta di un tentativo in tandem per Carbonero. Col sogno Borriello, l’ariete-magno perfetto per difendere l’eldorado della Serie A, sempre sullo sfondo come possibile colpo last minute.

Quaison, Saponara e gli altri Il Palermo studia le mosse e dopo Cochev, Quaison e Feddal, punta ai colpi di fine mercato. Ceravolo al lavoro per un difensore centrale, un terzino sinistro e un attaccante. Idee tante, come l’ipotesi di scambio col Genoa MantovaniPortanova, Maza, Duarte e Silvestre in mezzo, De Ceglie, Brivio e il brasiliano Emerson a sinstra. Poi servirà un attaccante, roba da ultimi giorni. Iachini vorrebbe il gettonatissimo Pavoletti, ma la concorrenza sul nome è folta. Alla fiera dei creativi al lavoro per centrare la salvezza siede con merito l’Empoli, club attento ai risultati, con un occhio ai conti ma senza dimenticare il bel gioco.Un bel modo di operare. Confermato lo scheletro dello scorso anno, ripreso Verdi, i toscani hanno chiuso in sequenza Bianchetti, Vecino e Laxalt e tenteranno fino all’ultimo di riportare a casa il figliol prodigo Saponara. Al risiko della A, fino alle ore 23 dell’uno settembre, a nessuno è proibito sognare.

Fonte: Gazzetta dello Sport/ A.Russo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom