Rassegna Stampa

L’amarezza di Pjanic “Ci rifaremo a Napoli”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-03-2014 - Ore 09:00

|
L’amarezza di Pjanic “Ci rifaremo a Napoli”

Usciamo dall’Olimpico con una grande amarezza per questo pareggio. Dobbiamo rifarci subito, magari già domenica sera al San Paolo». Pjanic è sincero. Nell’Olimpico per due terzi deserto, la Roma fa cilecca e prende solo 1 punto. Il terzo pari casalingo nonmigliora la classifica, anche se l’inseguimento alla Juve (8 punti in più e stasera in campo a San Siro contro ilMilan) continua. Del resto i giallorossi devono recuperare, il 2 aprile all’ Olimpico, la gara contro il Parma: «Il campionato è ancora lungo. Guardiamo solo avanti, non indietro. Ci sono ancora tante partite e vogliamo riprendere i bianconeri. Noi puntiamo in alto. E nel posticipo tiferò per i rossoneri ».



MATCH BALL FALLITO
«Noi volevamo vincere, ma il risultato è giusto: non abbiamo avutomolte occasioni, ne loro né noi. Il punteggio poteva cambiare con una giocata individuale. Volevamo fare di più, ma l’Inter ha fatto una buona prova» sottolinea Pjanic. Sua proprio la chance migliore per vincere l’incontro. Mirale scuote la testa: «Handanovic è stato grande, con un intervento bellissimo.Ma io potevo faremeglio.Mi dispiacenon aver fatto gol. Andràmeglio la prossima volta, vedrete che mi rifarò. Sono entrato bene, avrei però voluto dare di più alla squadra». Il bosniaco non è al top: «Mi curo durante la settimana, ma non penso a riposarmi. Stiamo gestendo la situazione: ho ancora un po’ di dolore al ginocchio, sono sicuro che presto finirà. Ho buone sensazioni. Se fosse per me, giocherei sempre, perché tutte le partite sono importanti. Mi auguro di essere al centro per cento contro il Napoli: sarebbe più facile per me…». Difende la prestazione della Roma, meno brillante del solito e forse stanca. «E’ dura vincere tutti i match. Ci sono cose da migliorare, ma la squadra risponde bene sul campo. Il nostro gioco può comunque essere più fluido e concreto”.





UNITED PER BENATIA
Il Manchester United ha inviato un osservatore a seguire la prova di Benatia. Sabatini non smentisce la visita all’Olimpico: «Vuol dire che il club inglese sa scegliere le belle partite…». Il ds, davanti alle telecamere, spiega anche come mai ha firmato un triennale conil club giallorosso (di solito si è sempre accordato per una stagione). E’ stata la proprietà a convicerlo: «La Roma non ha bisogno di precarietà,ma di stabilita. Ho assecondato Pallotta, è giusto così».

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom