Rassegna Stampa

L'elogio social arriva anche dai suoi avversari

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-04-2016 - Ore 08:43

|
L'elogio social arriva anche dai suoi avversari

IL MESSAGGERO - LENGUA - «Totti, l’impossibilità di essere normale». Franco Baresi usa la sintesi per definire il campione che il mondo sta portando in trionfo: radio, social network e forum sono impazziti per il numero 10. Tutti commentano le sue gesta: vip, calciatori, politici, attori e semplici tifosi gli dedicano una frase. E non importa se sei un nemico (centinaia anche i cinguettii di laziali e juventini), Francesco Totti merita la stima di tutti: «Due palloni, due gol…è semplicemente incredibile» scrive Balotelli su Twitter. «Ininfluente…dopo 17 secondi pareggia, dopo due minuti ribalta il risultato» ironizza l’imprenditore Flavio Briatore, «Onorato di averti avuto come mio Capitano, di aver vinto con te e di aver vinto con questa maglia» twitta l’ex compagno di squadra Vincent Candela. Ma le dimostrazioni d’amore non sembrano aver fine: Alessandro Gasman posta una foto del numero 10 chiamandolo “Mister 23 secondi”, Antonello Venditti è andato live su Facebook dicendo: «Dio c’è ed èTotti» assieme a lui a vedere la partita anche Carlo Verdone che ha commentato: «C’è solo un capitano ed è Francesco Totti». Valentino Rossi coinvolge Federer. «Come noi, anche Francesco non molla mai. Tifo per lui».

ANCORA UN ANNO La felicità di un momento storico svanisce all’idea che tutto debba finire tra quattro partite quando Totti, a meno di un ripensamento di Pallotta, non potrà più indossare in campo quella maglia che per 24 anni è stata la sua seconda pelle: «Con quei due gol ho vissuto emozioni che da anni non vivevo più, rinnovo subito» scrive un tifoso su twitter. «Siete pazzi a non rinnovare il contratto all’unico giocatore che ha dato la vita per questa maglia. Le bandiere vanno rispettate» commenta un altro supporter sulla pagina ufficiale della società.

L’IRONIA Si parte con una vignetta del maestro spirituale indiano Osho che dice a Pallotta al suo fianco: «E faje sto contratto!», per poi passare alle varie associazione con il Papa, alcuni hanno anche postato la foto del capitano giallorosso che manda baci scrivendo «Ciao Lucià». Infine la domanda delle domande: “Serve più Zanzi o il capitano?

Fonte: IL MESSAGGERO - LENGUA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom