Rassegna Stampa

L’equivoco è Sabatini: non parla

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-06-2013 - Ore 09:45

|
L’equivoco è Sabatini: non parla

(Leggo – F.Balzani) - Le persone si parlano se hanno cose da dirsi. Altrimenti vanno tranquillamente avanti con gli equivoci. Un anno fa De Rossi (sempre lui) parlò a distanza con Zeman. Nessuno dei due era felice di avere l’altro tra i piedi, ma dovettero sopportarsi. Sappiamo com’è andata. Quest’anno, dopo una stagione non certo esaltante, De Rossi ha detto come la pensa, con grande onestà. È stato chiarissimo: in nazionale è un giocatore di alto livello, nella Roma ultimamente non lo è. L’equivoco non ci sarebbe se la Roma avesse aperto bocca. Sapremmo come la pensa. Ma Sabatini ha evitato accuratamente un confronto con i giornalisti mercoledì pomeriggio. La scusa era buona: l’attenzione doveva essere per Garcia.

Anche giusto, soprattutto se Garcia avesse risposto alle domande che interessano attualmente i tifosi della Roma. Invece il tecnico ha evitato di essere chiaro. E questo significa soltanto che il francese non sa che cosa dire e che la Roma aspetta di trovare la soluzione del caso: cioè una società che se lo porti via ad un prezzo ragionevole. Nel frattempo, però, c’è una stagione da costruire. Senza De Rossi bisogna riscrivere il centrocampo. Senza chiarezza si andrà avanti alla giornata. Per ora Sabatini pensa ai giovani stranieri (Jedvaj), lascia ai margini i giovani romani (Romagnoli). Ci sarà un motivo. Speriamo la Roma ne guadagni.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom