Rassegna Stampa

L’importanza di essere Pjanic: la Roma lo blinda

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-01-2014 - Ore 13:19

|
L’importanza di essere Pjanic: la Roma lo blinda

Ha giocato solo 19 minuti, ma sono bastati per risultare decisivo nel match dell’Olimpico contro la Juventus: Miralem Pjanic è entrato e la Roma ha cambiato marcia, trovando anche il gol-partita proprio da una sua iniziativa. Palla rubata a centrocampo, filtrante per Strootman che fornisce l’assist a Gervinho. Non solo: possesso di palla, numeri e applausi a scena aperta per il bosniaco che, da oggetto del mercato, diventa imprescindibile per i giallorossi. E l’abbraccio finale di De Rossi, a incoronarlo virtualmente MVP, lo dimostra ampiamente.

“E’ un giocatore essenziale per noi, per la seconda parte della stagione e anche per il prossimo anno”. Con queste parole, rilasciate al termine della vittoria sulla Juventus che vale la semifinale di Coppa Italia, il tecnico della Roma, Rudi Garcia, ha tolto dal mercato Pjanic. Il centrocampista bosniaco piace molto al Psg, come conferma il sito del quotidiano francese “L’Equipe”, ma ora non è più disponbile a cambiare casacca.

Il 23enne giocatore ha un contratto fino al 2015 e il ds giallorosso, Walter Sabatini, sarebbe stato disposto a trattarne la cessione per una cifra tra i 20 e i 25 milioni di euro. Il “no” definitivo sarebbe arrivato dal presidente James Pallotta, deciso a rinnovare il contratto del giocatore che ha sempre detto di trovarsi molto bene a Roma. Nei giorni scorsi si era parlato anche del possibile inserimento di Javier Pastore nella trattativa che avrebbe dovuto portare Pjanic al Psg, con un’aggiunta di 5 milioni di euro per convincere la Roma. Niente di tutto ciò: Pjanic non si tocca.

Fonte: eurosport.yahoo.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom