Rassegna Stampa

l Real dopo il Carpi Spalletti: “Stiamo seri si rischiano le sveglie”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-02-2016 - Ore 07:49

|
l Real dopo il Carpi Spalletti: “Stiamo seri si rischiano le sveglie”

LA REPUBBLICA - FERRAZZA - Tra Carpi e Real il passaggio può essere traumatico. La Roma che sta ritrovando fiducia (e punti) in campionato, rischia di riveder naufragare di nuovo le certezze che con fatica si sta ricostruendo, perché gli ottavi di Champions, in programma mercoledì, sono un nuovo affacciarsi nell’Europa dei grandi da convalescente. Ne è consapevole Spalletti, che non si fa certo incantare dalle quattro vittorie consecutive, ultima quella di Modena, contro il Carpi, palcoscenico del ritorno al gol di Dzeko. «Ora rimaniamo seri, tra pochi giorni c’è un’altra partita e si rischia di prendere delle sveglie e poi ci si rimane male». Il monito del tecnico toscano, alla squadra, arriva forte e chiaro: guai a pensare di esser guariti sentendosi sicuri di sé, contro il Real, e anche in campionato, il rischio naufragio è dietro l’angolo. Questo il senso di quanto detto da Luciano ai suoi, anche ieri, a Trigoria, con addosso poche ore di sonno, e nelle gambe tanto lavoro ancora da fare. «Collezionare prestazioni buone, è fondamentale per arrivare in paradiso. E per noi la qualificazione in Champions è il paradiso». E ancora. «Dobbiamo saper interpretare più modi di stare in campo- l’analisi di Spalletti- fa parte del calcio moderno e questo farà la differenza». Il tanto atteso gol di Dzeko è arrivato, seguito dalla dedica alla figlia Una e da una frase significativa lasciata sui social: “«L’importante è non crederci sempre”. Ci sta lavorando tanto, Luciano, sul bosniaco. «Si, vero, ma lo serviamo ancora poco e male. Lui è abituato a un altro gioco, rispetto alle punte italiane. Fa una rotazione ad aprire sul primo palo. Contro il Carpi lo abbiamo usato meglio, e lui ci ha dato la sua risposta». Bello il messaggio lanciato ai tanti tifosi presenti a Modena, sotto il diluvio. «La nostra squadra non finisce dove c’è la porta, ma parte dal centro del campo e arriva in cima alla curva Sud».

In vista della gara di mercoledì, contro il Real, è tornato ieri a lavorare in gruppo, Totti, mentre De Rossi ha svolto differenziato, ma dovrebbe recuperare. Preoccupazione per Salah, alle prese con un risentimento muscolare che rischia di fargli saltare la sfida. Oggi effettuerà gli esami strumentali. Meno grave, invece, Manolas, uscito zoppicante per una botta presa al polpaccio. Per quanto riguarda gli aggiornamenti sulla telenovela legata all’addio di Sabatini, da segnalare che l’attuale direttore sportivo giallorosso è da qualche settimana che ha cominciato ad avvisare i procuratori, con cui è solito lavorare sul mercato, della sua intenzione di lasciare il club. Decisione legata anche alla necessità di recuperare energie fisiche e mentali. Per questo motivo, dopo la Roma, Sabatini sta seriamente pensando di non assumere incarichi in altre società, dedicandosi, almeno inizialmente, ad attività di consulenza che gli consentano di continuare a sfruttare le sue conoscenze calcistiche.

Fonte: LA REPUBBLICA - FERRAZZA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom