Rassegna Stampa

La gioia di Szczesny: «Sono stato decisivo»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-12-2015 - Ore 07:20

|
La gioia di Szczesny: «Sono stato decisivo»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Ci sono le mani grandi di Wojciech Szczesny sulla qualificazione della Roma agli ottavi di finale di Champions League, cinque anni dopo l’ultima volta. Il portierone polacco ha infatti avuto un ruolo determinante sullo 0-0 dell’Olimpico, che non è però servito alla squadra giallorossa ad evitare i fischi dei quasi trentamila che ieri sera erano allo stadio. 
Fischi assordanti, che sono la testimonianza di come i tifosi romanisti abbiano vissuto male i minuti finali del match, con le orecchie tese al risultato di Leverkusen e con la paura di subire gol dal Bate Borisov. 
«Mi sono divertito molto a rivedere il mio intervento su Gordejchuk - ha detto Szczesny - Credo che sia stato decisivo. Sono tornato quello di prima dell’infortunio? Non me ne sono mai andato, prendere sei gol a Barcellona non è stato bello ma rimaniamo concentrati sulla qualificazione che era l’unica cosa che contava, anche se è arrivata in in maniera meno bella di quanto sperassimo. I fischi? La gente ha il diritto di sentirsi frustrata, ma poi a mente fredda realizzerà che ci siamo qualificati e saranno più felici. Garcia? Sono sicuro che con lui riusciremo a trovare la quadratura del cerchio» 
Tra gli ultimi ad arrendersi, in campo, Radja Nainggolan. «I fischi - le sue parole a fine partita - in questo momento non ci importano. Credo che i tifosi siano contenti quanto noi per la qualificazione, che era l’unica cosa che davvero ci premeva». Nel finale i giallorossi hanno tremato. «Ma non c’era paura - ancora Nainggolan - la cosa positiva è la qualificazione: dobbiamo dare di più e tornare il prima possibile alla vittoria. Magari già domenica in campionato, dove ci aspetta un’altra gara complicata» [...]

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom