Rassegna Stampa

La legge stadi piace al Coni, non ai grossi club. Rapido dietrofront di Pallotta?

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-12-2013 - Ore 12:16

|
La legge stadi piace al Coni, non ai grossi club. Rapido dietrofront di Pallotta?

L’emendamento del governo sugli impianti sportivi (più che sugli stadi) è passato nella notte,ed è stato così inserito, in zona… Cesarini, nella legge di stabilità. Enrico Letta ha così mantenuto la promessa che il 13 novembre aveva fatto al mondo dello sport.

La legge spiace al Coni (che ci ha lavorato molto, anche grazie al contributo di Michele Uva, dg della Coni Servizi). Piace al Coni perché va sicuramente incontro, snellendo anche i tempi, a chi vuole costruire piccoli e medi impianti sportivi (anche palasport).

Ma non piace ai presidenti della serie A (i primi a lamentarsi sono stati Beretta e Lotito) perché non prevede nuovi insediamenti immobiliari e crea problemi a chi vuole costruire un mega-impianto.

Cosa succederà adesso con i progetti dell’Inter made in Indonesia e della Roma made in Usa? Ci sarà un rapido dietrofront?

Fonte: Repubblica.it SPY CALCIO - Bianchi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom