Rassegna Stampa

La rimonta è un tabù. E la difesa di Spalletti prende sempre gol

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-04-2016 - Ore 06:47

|
La rimonta è un tabù. E la difesa di Spalletti prende sempre gol

GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Stavolta l’errore è stato un po’ collettivo: Szczesny inchiodato sulla linea di porta, Rüdiger che ha sbagliato la marcatura su Rossettini e Manolas che tiene in gioco il difensore del Bologna. Il problema, però, è più ampio e ci dice che nella gestione Spalletti la Roma finora non ha preso gol solo in due occasioni, contro il Sassuolo e il Palermo. Insomma, in 15 partite (tra campionato e Champions) la difesa della Roma non ha mai dato un senso di solidità diffusa, prendendo un gol almeno in 13 occasioni, due nelle sfide contro il Real.

GOL ASSICURATO Il dato da una parte non è gravissimo, proprio in funzione del fatto che a parte le sfide contro il Real la Roma non ha mai preso gol multipli. Dall’altra parte, però, desta ansia il fatto che la squadra non riesca quasi mai a non chiudere con la porta inviolata, anche contro avversari di basso livello come Carpi, Frosinone, Verona e il Bologna di lunedì, arrivato all’Olimpico senza tanti titolari e in condizioni psicofische non certo ottimali. C’è anche da dire che la difesa, con Spalletti, gioca sempre molto alta, volta al recupero della palla, con due esterni come Digne e Florenzi che devono attaccare il campo e gli spazi (lunedì in un paio di circostanze sono finiti a giocare anche più alti delle punte giallorosse), il che vuol dire mettere anche a rischio la compattezza e la solidità del reparto. Resta però il dato, di certo non incoraggiante.

Rimonte vietate E poi ce n’è un altro di dato che mette ansia, ma che stavolta abbraccia tutta la stagione giallorossa: la Roma quando è andata sotto non è mai riuscita a ribaltare il risultato. 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom