Rassegna Stampa

La rivincita di Pallotta: "Stavolta ho cantato io. E la curva dove sta?"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-11-2015 - Ore 10:40

|
La rivincita di Pallotta:

GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI - Tutti a tifare, tutti lontani tra loro, tutti distanti dall’Olimpico. Stranezze da calcio italiano del Terzo Millennio, stranezze da derby romano, sentito come sempre eppure stravagante come mai, con le due curve vuote e una contestazione verso i tutori dell’ordine pubblico che comincia a contaminare anche i soliti volti della politica interessata al tifo e al consenso. 
IL TIFO DI PALLOTTA Stavolta, però, l’ultima parola la vuole avere uno dei protagonisti degli ultimi mesi, ovvero James Pallotta, che sottolinea ironico: «A chi protesta dico che durante il derby sono io che ho cantato: “E la curva dove sta?”». Un modo per dire che non ha timori di sorta. E non c’erano dubbi, visto che il presidente nella scorsa primavera aveva aperto il fronte contro i «fucking idiots» tra gli ultrà (non tutti) e poi da mesi si è fatto mediatore tra le legittime misure di sicurezza portate avanti dal prefetto Franco Gabrielli e le altrettanto legittime rimostranze di quei tifosi – non quelli violenti e autoreferenziali che ritengono la curva Sud zona franca – che si sono scoperti spostati, divisi o con una visuale ridotta [...] «Sono molto felice. La Roma ha giocato da squadra per 90’. Agli ultrà ricordo che sono a Boston provando a costruire uno stadio per la Roma. Questo forse lo apprezzeranno?». Ma è la partita a coinvolgerlo, e così aggiunge: «La squadra mi è parsa in grande forma fisica, spero solo che Salah sia ok. Il fallo poteva essere da “rosso”». Tutto sommato, però, sono spigolature di soddisfazione, simili a quelle finali del d.g. Baldissoni. «Negli ultimi 9 giorni abbiamo avuto tanti impegni perdendo immeritatamente a Milano ma siamo soddisfatti [...]

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom