Rassegna Stampa

La Roma affranta fra lacrime e addii

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-05-2013 - Ore 07:29

|
La Roma affranta fra lacrime e addii

(Gazzetta dello Sport – C.Zucchelli) La rabbia dei tifosi, sfogata a Trigoria con un lancio di sassi contro il pullman della squadra e con cori contro la dirigenza, e la tristezza infinita dei giocatori. Per capire con che stato d’animo i romanisti (Osvaldo escluso, ma lui fa storia a sé) hanno lasciato lo stadio basti pensare che fuori, accanto ai tornelli della Monte Mario, Federico Balzaretti piangeva a dirotto oltre un’ora dopo la fine del derby. Aveva iniziato al fischio finale per poi proseguire durante la premiazione. Dopo essere passato in zona mista senza farsi vedere, è scoppiato di nuovo a piangere quando ha visto la moglie, Eleonora Abbagnato. Si è seduto per terra e ha sfogato tutta la sua delusione, lui che aveva detto che avrebbe dato «una gamba per vincere». 

OCCHI LUCIDI  Non è stato l’unico a piangere: come lui un disperato De Rossi nello spogliatoio – e chissà che non sia stata la sua ultima partita in giallorosso, considerati pure i tanti insulti ricevuti a Trigoria – ma anche Burdisso, Florenzi e Dodò. Totti, raggiunto dai figli, aveva gli occhi lucidi, Destro pure, soltanto Osvaldo e Pjanic, al posto delle lacrime, avevano rabbia da vendere. Tachtisidis, espulso dalla panchina per essere andato a protestare con il quarto uomo, invece si era calmato, complice anche la visita del presidente Pallotta che ha provato a confortare (inutilmente) la squadra. 

OSVALDO FURIOSO  L’italo-argentino, unico a non salire sul palco per ritirare la medaglia, al fischio finale ha lasciato lo stadio imprecando contro Andreazzoli, ha dato un calcio a un cartellone pubblicitario e ha continuato con alcune bottigliette a portata di piede. Non ha digerito l’esclusione, così come non l’ha digerita Miralem Pjanic che, a 5 minuti dal fischio finale, ha scagliato il fratino per terra. Il loro futuro è più che mai in bilico: la Roma ha proposto al bosniaco il rinnovo di contratto, lui ha preso tempo e prima di decidere aspetta di conoscere il nome del nuovo allenatore. Di certo, il terzo anno di fila senza coppe europee avrà il suo peso. Se Pjanic deve riflettere, Osvaldo dovrebbe aver giocato la sua ultima partita in giallorosso. Per la Roma è tutto tranne che incedibile, a patto però di trovare qualche club disposto a sborsare almeno 15 milioni. Perché, bizze caratteriali a parte, nessuno vuole svendere il capocannoniere stagionale.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom