Rassegna Stampa

La Roma dice no a Casillas

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-05-2015 - Ore 08:43

|
La Roma dice no a Casillas

IL TEMPO - SERAFINI - Dopo aver messo in mostra il cartello vendesi, ora Iker Casillas aspetta soltanto di vagliare tutte le opportunità. Nel solito giro di intermediari sull’asse Spagna-Italia, una delle proposte inviate per mezza Europa è arrivata di rimbalzo anche a Trigoria, dove da tempo si lavora alla ricerca di un nuovo portiere da affiancare a De Sanctis nella prossima stagione.

Il numero 1 della nazionale spagnola ha ormai deciso di lasciare il Real Madrid (contratto in scadenza nel giugno del 2017) cercando una soluzione alternativa dove poter chiudere la carriera. Attraverso la mediazione della sua procuratrice (la stessa che la scorsa estate parlò con Sabatini di Fernando Torres) la voce ha cominciato a diffondersi senza però trovare al momento grande entusiasmo da parte della Roma, difficilmente affascinata da una possibilità che nasconde più ombre che luci. Casillas, 34 anni compiuti pochi giorni fa, guadagna a Madrid più di 7 milioni di euro a stagione, una cifra praticamente fuori dai parametri del mercato per un ragazzo che nelle ultime stagioni ha registrato un notevole calo di rendimento.

Per questo i giallorossi, anche di fronte ad un notevole riduzione dell’ingaggio, non la ritengono una pista affidabile, considerando inoltre che Sabatini e lo stesso Garcia preferirebbero, per la prossima stagione, un pacchetto di portieri che possa integrarsi meglio anche sotto il profilo dell’età. Mentre si continuano a studiare numerose alternative (sempre tra Spagna e Francia) una decisione intanto è stata presa. Dopo una stagione controversa, Skorupski lascerà la capitale per un anno in prestito: proprio nelle ultime ore il polacco ha dato il via libera per il trasferimento a Empoli cementando di fatto l’accordo di massima già raggiunto nei giorni scorsi tra i due club. Nel frattempo Sabatini continua il lavoro concentrandosi su più tavoli e aspettando il momento più favorevole per affondare il colpo. Per l’attacco continua a rimanere viva la pista che porta al brasiliano dello Shakhtar Donetsk Luiz Adriano, tornato a parlare ieri proprio del suo futuro: «Per me sarà importante andare via e raggiungere nuovi obiettivi in un campionato più competitivo. Ci sono quattro-cinque club interessati a me e non credo che rinnoverò il mio contratto». L’attaccante, in contatto con i giallorossi dalla scorsa estate, è in scadenza nel prossimo 30 novembre e l’opportunità di lasciare l’Ucraina anche a gennaio non sarebbe certo un problema. Ipotesi condivisa anche dalla Roma, disposta ad aspettarlo anche a stagione in corso pur di non lasciarsi scappare l’occasione.

Nella lunga lista dei preferiti del ds è stato segnato anche il nome di Emanuel Mammana, difensore classe ’96 del River Plate. Il ragazzo però non possiede passaporto comunitario e la Roma preferirebbe attendere ancora. Almeno in questo non c’è fretta.

Fonte: IL TEMPO - SERAFINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom