Rassegna Stampa

La Roma e il «gatto» Garcia

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-05-2016 - Ore 07:05

|
La Roma e il «gatto» Garcia

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Forse, quando ha parlato di «mossa del gatto maculato» per riuscire a trattenere Pjanic e Nainggolan, Walter Sabatini non pensava che una mano potesse dargliela anche Rudi Garcia. L’allenatore, invece, potrebbe facilitare il compito al d.s. - che lo ha difeso fino alla fine anche contro l’evidenza dei fatti e dei risultati - accettando una delle offerte che gli stanno arrivando e liberando la Roma di un ingaggio lordo di oltre 11 milioni di euro, cioè la somma dei suoi stipendi fino al 2018 (data della scadenza del suo contratto).

Qualcosa, in questo senso, si muove. E non è un caso che l’avvocato che cura gli interessi del tecnico francese abbia cominciato a parlare con la dirigenza di una buonuscita che possa accontentare tutti. Secondo il quotidiano spagnolo Sport, l’Espanyol - che ha appena raggiunto la salvezza - vorrebbe affidargli la panchina per il prossimo anno. Garcia, che nel corso della stagione ha avuto contatti con il Valencia, ha estimatori anche in Francia. La sensazione, insomma, è che non rimarrà a guardare troppo a lungo, con grande soddisfazione della Roma che risparmierà un bel po’ di soldi.

Quello di Garcia, però, non sarà l’unico ingaggio che la società giallorossa toglierà dal bilancio. Tra partenti sicuri e stipendi ridimensionati, infatti, il monte ingaggi dovrebbe abbassarsi non poco. Si ragiona esclusivamente sulle cifre lorde, che poi è il costo reale sostenuto dalla società: Maicon e Keita, i cui contratti non saranno rinnovati, in questa stagione hanno guadagnato rispettivamente 3 e 2 milioni, più i bonus. Ai cinque milioni risparmiati bisogna aggiungerne altri 2 di Uçan e 2,6 di Torosidis, che ha il contratto fino al 2017 ma che in estate finirà sul mercato. C’è poi il capitolo portieri: se Szczesny non dovesse rimanere sarebbero altri 6 milioni in meno, mentre è possibile che De Sanctis rinnovi a cifre inferiori rispetto ai circa 3 che la Roma paga attualmente. C’è poi Francesco Totti, che non rinnoverà in bianco ma verosimilmente «peserà» meno rispetto ai 5 milioni che ha percepito in questa stagione.

Ne uscirà un tesoretto che darà maggiore forza alla Roma anche davanti alle offerte che arriveranno per i calciatori più appetiti. Secondo The Guardian, la società giallorossa avrebbe rifiutato un’offerta del Chelsea di 29 milioni di euro (più bonus) per Nainggolan. Quasi sicuramente non sarà l’ultima.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom