Rassegna Stampa

La Roma ha perso il gol e il pubblico ora se la prende con Destro e con Ljajic

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-03-2014 - Ore 08:39

|
La Roma ha perso il gol e il pubblico ora se la prende con Destro e con Ljajic

In quattro delle ultime sei partite, dal 9 febbraio a domenica, la Roma non è riuscita a segnare: Lazio-Roma 0-0; Napoli-Roma 3-0 (Coppa Italia); Roma-Inter 0-0; Napoli- Inter 1-0. I giallorossi sono andati in gol soltanto in Roma- Sampdoria 3-0 (2 Destro, Pjanic) e in Bologna-Roma 0-1 (Nainggolan). Un dato in controtendenza con quello che la squadra di Garcia aveva fatto vedere nelle 24 gare precedenti. Solo in due occasioni era rimasta a secco: Roma- Cagliari 0-0, il 25 novembre 2013, e Juventus-Roma 3-0, il 5 gennaio 2014. La siccità ha ridato forza al partito di chi pretende per la prossima stagione un centravanti da 25 gol e almeno 40 milioni di costo tra cartellino e ingaggio.

Contemporaneamente sono finiti sul banco degli imputati Mattia Destro e Adem Ljajic. Destro ha giocato soltanto 9 minuti, con la squadra in svantaggio. Come può essere lui il problema? Semplice: perché Garcia lo ha lasciato in panchina anche in assenza di Francesco Totti. Per molti tifosi equivale a una dichiarazione: Mattia non è (ancora) pronto per i massimi livelli. E, visto che nella prossima stagione ci sarà il doppio impegno campionato/Europa, non si può affrontarla «solo» con Destro e Totti trentottenne. Ergo, serve il centravanti. Sui nomi, massima fantasia ma, soprattutto, massima spesa: da Suarez a Falcao, da Benzema a Ibrahimovic. Desideri da tifoso, ma un acquisto così esaurirebbe da solo il budget. E poi quei top player accetterebbero il trasferimento? Adem Ljajic ha giocato 19 minuti e si è preso in diretta una sgridata da Garcia, in occasione del gol subito. Gli viene contestato di non aver chiuso Ghoulam, autore del cross.

Vista e rivista l’azione, per onore di cronaca, sembrano più evidenti altri umanissimi errori: 1) Benatia preferisce uscire palla al piede e far «salire» la squadra, per cui anche Ljajic, anziché liberare; 2) Maicon è un po’ tenero nel controllo del pallone, che infatti perde; 3) Romagnoli si perde Callejon, che segna. Forse a Garcia non è piaciuto il modo con cui Ljajic è entrato in campo dalla panchina. E Ljajic intristisce al pensiero di essere sempre riserva di tanti «lilloise», prima Gervinho e ora Bastos. Nuovo problema per i cori di «discriminazione territoriale ». Il Giudice sportivo «letta la relazione su Napoli- Roma» ha chiesto alla Procura federale di «acquisire ogni circostanza utile per l’individuazione del settore occupato all’ Olimpico da tali sostenitori della società Roma». Si potrebbe arrivare a una nuova chiusura della curva Sud, se dovesse essere provato che i 400 tifosi ospiti venivano tutti da quel settore, anche se è più probabile una multa.

Fonte: Corriere della Sera - VALDISERRI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom