Rassegna Stampa

La Roma più pazza spreca tutto Nainggolan: «Siamo stati stupidi»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-10-2015 - Ore 08:04

|
La Roma più pazza spreca tutto Nainggolan: «Siamo stati stupidi»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Dopo diciannove minuti del primo tempo la Roma era virtualmente fuori dalla Champions League. Sotto di due gol grazie alla doppietta di Hernandez, che aveva fatto rivivere ai tifosi giallorossi gli avvii da incubo già vissuti contro il Barcellona (gol di Suarez all’Olimpico dopo 21 minuti) e, soprattutto, contro il Bate Borisov in trasferta (Stasevic e Mladenovic ne avevano fatti 3 in mezz’ora). 
Dopo diciotto minuti del secondo la formazione di Garcia era avanti 4-2 grazie alla doppietta, la sua prima europea in giallorosso, di De Ross (reaslizzata nella prima parte del match), ai gol di Pjanic, ancora a segno su punizione e giunto al suo quinto centro stagionale, e di Iago Falque, al primo gol in Champions. È finita 4-4 e la squadra di Garcia si ritrova con soli 2 punti, all’ultimo posto nel girone e con un piede e mezzo fuori dall’Europa. Il tecnico francese ha parecchio su cui riflettere per l’incapacità cronica della sua squadra di indovinare l’approccio alla gara e di gestire i momenti delicati. 
«Negli ultimi due gol - il commento di Nainggolan - abbiamo perso palla in modo stupido, avevamo molta fiducia e abbiamo fatto delle scelte sbagliate nella gestione del pallone. Abbiamo perso dei punti importanti, meritavamo di vincere: in una gara del genere non dovevamo farci riprendere. Siamo molto delusi». Amaro anche Pjanic: «Non doveva finire così, assurdo prendere due gol in un minuto e mezzo». 
Tra i protagonisti di Leverkusen non c’era Francesco Totti. Il suo recupero procede, ma la lesione alla coscia destra (nello stesso punto che due anni fa lo costrinse a due mesi di stop) ancora non è rimarginata. Totti, che manca dalla gara del 26 settembre col Carpi e in questi giorni si sta sottoponendo ad una serie di esami, dovrà rivedere i piani per il suo rientro: non ci sarà domenica contro la Fiorentina né mercoledì prossimo contro l’Udinese. 
Ci proverà per la gara con l’Inter del 31 ottobre o per il ritorno contro il Bayer in Champions il 4 novembre all’Olimpico. Ma il vero obiettivo è il derby che ci sarà quattro giorni dopo. Se non dovesse farcela, se ne riparlerà dopo la sosta del campionato, quando Garcia recupererà anche Seydou Keita. 
Domani l’Osservatorio di Tor di Valle, in collaborazione con l’assessorato alla Trasformazione urbana, ha programmato un sopralluogo nell’area che ospiterà il nuovo stadio. Alla visita potranno partecipare, in numero limitato, i cittadini: appuntamento alle 10 all’ingresso dell’area (di fronte alla fermata Tor di Valle della Roma-Lido) e sarà messo a disposizione un pullman che porterà i visitatori nelle zone dove sono state eseguite le indagini geologiche. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom