Rassegna Stampa

La Roma strapazza il Crotone - All'Olimpico finisce 4-0

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-09-2016 - Ore 07:30

|
La Roma strapazza il Crotone - All'Olimpico finisce 4-0

IL TEMPO - MENGHI - Quattro gol e tre punti: la Roma reagisce alla sconfitta di Firenze rifilando una goleada al Crotone. E’ dei giallorossi il miglior attacco della Serie A con 13 reti segnate, una in più del Napoli, rimasto a secco a Genova. Un punto divide la Roma dai partenopei in classifica, due dalla Juventus tornata regina del campionato. La bella sorpresa in un Olimpico semi-vuoto è Totti dall’inizio per la prima volta in stagione. Non nel tridente, ma un passo indietro rispetto a Dzeko, accanto a Salah ed El Shaarawy, che permette a Perotti di riposare. In panchina anche Nainggolan e De Rossi, a centrocampo ci sono Paredes e Strootman. Difesa confermata in blocco con Florenzi ex di turno e capitano, Manolas-Fazio e Peres a sinistra. Prudente Nicola, schiera i suoi con un 4-5-1 la cui punta è Falcinelli. La prima chance è per Dzeko, al 5’: sinistro che si stampa sul palo alla destra del portiere. Ancora sfortuna per i giallorossi dopo il legno colpito al Franchi. La partita non sembra incanalarsi sulla giusta via, la Roma fatica a comandare il gioco, ma la superiorità viene comunque fuori. Al 26’ la sblocca El Shaarawy, destro sotto l’incrocio su assist di Florenzi. Ghiaccio sciolto. Il Crotone no, però: al 32’ un mancino di Palladino fa tremare Szczesny, la palla sfila fuori di pochissimo.

A spegnere le ambizioni dei calabresi ci pensa Salah, che trova il raddoppio al 37’: dopo uno scambio nello stretto con El Shaarawy, l’egiziano spara di mancino sotto il sette e firma il 2-0. Al 43’ Totti delizia con un cross per Dzeko che stacca bene di testa, ma c’è Cordaz a bloccare in due tempi. La prima frazione si chiude sul tiro di El Shaarawy che lambisce il palo, la seconda si apre con un destro di Florenzi parato in qualche modo da un insicuro Cordaz. La perfezione la si raggiunge al 3’ minuto della ripresa, lancio di Totti e pallonetto di Dzeko: è il tris della Roma, lo stadio è in piedi ad applaudire e Spalletti fa altrettanto. Al 12’ Salah serve al bosniaco l’assist per il quarto gol: è un rigore in movimento, tutto facile per Edin. Al quarto d’ora del secondo tempo trova gloria anche Szczesny, che para il penalty (dubbio fallo di Florenzi su Falcinelli) a Palladino. Nemmeno il gol della bandiera per i calabresi, che ci riprovano al 33’ centrando in pieno il palo con Salzano. Capezzi impegna di nuovo il numero uno giallorosso, costretto a deviare sopra la traversa un bel tiro. La Roma, sazia dopo i quattro gol, commette qualche errore difensivo che apre la strada agli avversari. Spalletti nel finale concede minuti e spazio ai «bocciati» Jesus e Emerson (fischiati), ma il calo di attenzione generale non li favorisce affatto. Finisce 4-0 per la Roma, che accorcia sul Napoli e resta a -2 sulla Juventus. Campionato apertissimo.

Fonte: IL TEMPO-MENGHI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom