Rassegna Stampa

La Roma vista da dietro «Non sparate sul portiere»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-10-2015 - Ore 07:06

|
La Roma vista da dietro «Non sparate sul portiere»

GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - La media gol è impietosa: 8 partite tra campionato e Champions e 13 gol subiti, più di uno e mezzo ogni 90’. A salvare però l’inizio di stagione di Wojciech Szczesny, oltre alle prestazioni comunque importanti nel complesso (al netto di errori evidenti, come quello di Borisov) ci pensano la fiducia che ha in lui Garcia e il parere di due ex portieri che conosco bene Roma e la Roma. Giovanni Cervone e Ivan Pelizzoli hanno difeso la porta giallorossa in epoche diverse, Anni ‘90 il primo e nel 2000 il secondo [...] la Roma che ha una fase difensiva pazzesca. E non in senso positivo». 
ERRORI E PARATE D’altronde, «quando un portiere gioca con i piedi e ama rischiare può capitare un errore, ma Szczesny non si discute. Ha fatto parate importanti, come quella con la Juventus su [...] hiedo una cosa: se un giocatore della mia squadra fa un grande gol, il tiro della domenica diciamo, è bravo lui. Se lo fa un altro è una papera del portiere, non è così che funziona». 
RIGORI IN MOVIMENTO Per il numero uno che a Roma veniva chiamato «la piovra», Szczesny è «l’emblema del portiere moderno. È bravo, sa giocare con i piedi ed è sicuro di sé. A me piace, sono certo che Garcia debba insistere con lui perché sa parare bene» [..] come a Napoli o in altre piazze molto calde, di esagerare sempre con i giudizi. Penso anche a De Sanctis, quando è entrato col Barcellona mi sono detto: «Sono contento per Morgan», ma sono rimasto stupito dalla gente che lo fischiava e faceva battutine tipo: “Non ci vede bene”. Ma come si fa? La Roma ha la fortuna di avere due ottimi portieri, se la squadra li aiuterà saranno una risorsa preziosissima». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom