Rassegna Stampa

La storia di Kevin Friend, tifa Leicester e non può arbitrare il Tottenham

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-04-2016 - Ore 16:26

|
La storia di Kevin Friend, tifa Leicester e non può arbitrare il Tottenham

GAZZETTA.IT - MARCHETTI - Quando i tifosi del Tottenham hanno appreso che ad arbitrare la sfida del Monday Night contro Stoke, decisiva per la rincorsa al Leicester per la conquista del titolo, sarebbe stato Kevin Friend, non l'hanno presa affatto bene. Non perché ce l'avessero col 45enne fischietto originario di Bristol per qualche controversa decisione da lui presa sul campo nel passato, ma a causa della sua provenienza e della sua dichiarata fede calcistica: Friend vive infatti poco lontano dalla città la cui squadra sta dominando la Premier League con sette punti di vantaggio proprio sugli Spurs e in un'intervista del 2013 al Leicester Mercury aveva ammesso di tifare Leicester (oltre al Bristol, la squadra della sua infanzia) e di andare ogni tanto al King Power Stadium. Come sottolinea il "Daily Mail", in genere il Professional Game Match Officials Ltd non prende in considerazione questi fattori secondari quando deve scegliere un direttore di gara, ma in questo caso il boss Mike Riley ha preferito sostituire Friend, anche per non mettergli addosso inutile pressione vista la delicatezza che riveste la partita per il Tottenham.

POLL: "BASTAVA UN PO' DI BUON SENSO" — E così l'arbitro della sezione delLeicestershire&Rutland andrà a dirigere la sfida fra Newcastle e Manchester City, in programma martedì sera, mentre al Britannia Stadium si presenterà Neil Swarbrick da Preston, della sezione del Lancashire. "Kevin Friend, inizialmente selezionato per la partita, abita a Leicester e ha assistito a delle gare del Leicester City a titolo personale - si legge in un comunicato del PGMOL (Professional Game Match Officials Limited) - . Di conseguenza, valutato il contesto del match, si è ritenuto che non fosse necessario che la scelta dell'arbitro finisse sotto ulteriore esame". Come ricorda il Leicester Mercury, lo scorso marzo Friend era finito in ospedale dopo essere collassato durante la gara fra Bournemouth e Southampton, dove era ilquarto uomo. "Non ha assolutamente senso che un fan del Leicester sia scelto per arbitrare la partita della squadra rivale per il titolo - ha commentato l'ex fischietto inglese Graham Poll sempre sul Mailonline - perché, anche se non c'è alcun dubbio sull'imparzialità di Kevin Friend, è un evidente conflitto d'interessi. Posso solo sperare che si sia trattato di una svista, anche se sarebbe stato necessario un po' più di buon senso".

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom