Rassegna Stampa

Le sfide di Pjanic: «Alzare un trofeo ed ereditare il 10»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-07-2015 - Ore 08:49

|
Le sfide di Pjanic: «Alzare un trofeo ed ereditare il 10»

GAZZETTA DELLO SPORT-ZUCCHELLI - Tutti contenti: da Keita a Paredes, fino a (ovviamente) Nainggolan per l’affetto ricevuto dai tifosi indonesiani, ma soprattutto perché oggi si torna a casa. Il particolarmente attivo su Instagram Miralem Pjanic ha postato prima un video dei tifosi di Giakarta, poi una foto con l’inseparabile Radja sul volo di ritorno. Prima di partire il bosniaco aveva risposto ad alcune domande su Facebook e tra le righe aveva ammesso che non gli dispiacerebbe, un giorno, indossare la maglia numero 10 di Totti: «Ma – ha specificato – sarà Francesco a dover decidere. È un numero importante, comporta responsabilità e non sarà facile indossare una maglia così. Sarà Totti a prendere qualsiasi decisione visto quanto ha fatto per la Roma». Dal canto suo Pjanic ha ribadito: «Voglio provare a vincere qualcosa qui. Intanto è importante giocare di nuovo la Champions, poi cercheremo di avvicinarci alla Juventus e vincere qualche trofeo».

Dello stesso avviso anche Iago Falque, ad oggi l’unico volto nuovo del gruppo: «L’obiettivo è vincere. So che la posta è alta, ma sono in un grande club e accetto la sfida». Secondo Keita la Roma è sulla strada giusta: «Vogliamo disputare una buona stagione perché siamo una squadra che si fa rispettare». Tutti contenti: da Keita a Paredes, fino a (ovviamente) Nainggolan per l’affetto ricevuto dai tifosi indonesiani, ma soprattutto perché oggi si torna a casa. Il particolarmente attivo su Instagram Miralem Pjanic ha postato prima un video dei tifosi di Giakarta, poi una foto con l’inseparabile Radja sul volo di ritorno. Prima di partire il bosniaco aveva risposto ad alcune domande su Facebook e tra le righe aveva ammesso che non gli dispiacerebbe, un giorno, indossare la maglia numero 10 di Totti: «Ma – ha specificato – sarà Francesco a dover decidere. È un numero importante, comporta responsabilità e non sarà facile indossare una maglia così. Sarà Totti a prendere qualsiasi decisione visto quanto ha fatto per la Roma». Dal canto suo Pjanic ha ribadito: «Voglio provare a vincere qualcosa qui. Intanto è importante giocare di nuovo la Champions, poi cercheremo di avvicinarci alla Juventus e vincere qualche trofeo». Dello stesso avviso anche Iago Falque, ad oggi l’unico volto nuovo del gruppo: «L’obiettivo è vincere. So che la posta è alta, ma sono in un grande club e accetto la sfida». Secondo Keita la Roma è sulla strada giusta: «Vogliamo disputare una buona stagione perché siamo una squadra che si fa rispettare»

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT-ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom