Rassegna Stampa

Ljajic euforico: «Se gioco così posso fare la differenza»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-11-2014 - Ore 10:45

|
Ljajic euforico: «Se gioco così posso fare la differenza»

Ljajic e Nainggolan, professione bomber. Adem adesso è come Destro (4 gol) e rispetto a Mattia segna pure in trasferta (due reti). «Mi fa sempre piacere fare gol e aiutare la squadra. Partita difficile, vittoria importantissima. Quando gioco così posso fare la differenza, siamo in tanti e tutti possono ambire a un posto tra i titolari. Siamo troppo forti davanti. Siamo venuti qui sapendo che questo campo era molto duro per ogni squadra di serie A e che avremmo dovuto mettere tutta la nostra forza in campo e cercare di riuscire a vincere. Era una partita difficile ma siamo riusciti a vincerla». Forse questo è il Ljajic migliore da quando è a Roma. «E’ una questione di continuità, mi sento più sicuro perché ho giocato più partite. Quando sto bene posso aiutare meglio la squadra.

Il rapporto con Garcia? Lui aiuta tutti, parla con tutti e sta con noi sempre. Se non hai un grande gruppo non vinci, la Roma lo è e dobbiamo continuare su questa strada». Gli chiedono: adesso sta meglio fisicamente o mentalmente? La risposta è facile facile. «Una questione di continuità, ripeto». Non vuole aggiungere altro, visto che recentemente Adem è finito sotto i riflettori per il post gol al Torino. Preferisce spostare il discorso su un compagno di reparto, Destro. «Mi è piaciuto tanto. Mattia dà sempre una forza in più a questa squadra. Per noi è importante sapere che abbiamo un giocatore in area sempre pronto a segnare».

 

 
RADJA ELOGIA ADEM –  «E’ un giocatore di un’altra categoria: subisce troppo critiche, ma sa sempre rispondere sul campo», dice Nainggolan di Ljajic, compagno di gol a Bergamo. «La squadra ha reagito bene al gol e ha mostrato carattere. Siamo completi: l’Atalanta ci ha messo pressione, noi abbiamo resistito. Certe gare si vincono anche così», le parole del belga-indonesiano. Cosa ha pensato dopo il gol dell’Atalanta? «Che il calcio va giocato. Quest’anno abbiamo perso una partita, siamo essere umani. Capita. Stavolta non abbiamo mai pensato di perdere. La reazione è arrivata subito». Nel freddo di Bergamo c’è anche chi, come Florenzi, non dimentica Castan («State tranquilli, sto bene», il suo tweet). «Questa vittoria è per lui», dice Ale. Tutti d’accordo.

 

Totti compreso. «Vincere in rimonta è sempre difficile e ancora di più a Bergamo perché l’Atalanta è un avversario ostico e battagliero. Tanti complimenti a Michele Somma per il suo esordio in Serie A che è motivo d’orgoglio per il nostro settore giovanile. E soprattutto un abbraccio affettuoso a Leo, lui è un grande uomo ed affronterà questo momento con la stessa grinta che mette in campo, noi lo aspettiamo», il suo messaggio da casa.

 

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom