Rassegna Stampa

Ljajic, l’ultima occasione

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-04-2014 - Ore 09:25

|
Ljajic, l’ultima occasione

L’ora del «diamante grezzo» è arrivata. Le squalifiche di Destro, Florenzi e Pjanic spianano la strada ad Adem Ljajic. Il serbo questa sera ha la grande occasione per dimostrare al suo allenatore e a tutti i romanisti il suo vero valore.

«Non mi scordo dei suoi 5 gol e 5 assist. Se riesco a potenziarlo e a renderlo più veloce può diventare come Hazard» aveva detto Garcia parlando di Ljajic alla vigilia della trasferta di Cagliari. Un’investitura importante quella del tecnico francese che ha sempre considerato il serbo un vero talento ancora da svezzare.

«Un diamante grezzo», parole sempre di Garcia, da intagliare, lavorare, levigare in attesa di trovare tutta la sua brillantezza. Dopo un periodo passato più in panchina che in campo, questa sera Ljajic non potrà lasciarsi sfuggire l’occasione: in ballo c’è la riconferma.

Solo a fine stagione si saprà se il tecnico francese sarà veramente convinto di potere inserire il serbo nell’organico della Roma del futuro. C’è da ricucire lo strappo che tra i due si è consumato dopo la sconfitta di Napoli in campionato.

A Garcia non è piaciuto il modo in cui Ljajic è entrato in campo e a fine partita commentando il gol subito ha puntato il dito proprio contro di lui:

«Romagnoli in difficoltà in occasione del gol? Il nostro attaccante destro (Ljajic, ndr) deve difendere su Ghoulam, molto semplice». Da quel momento in poi l’ex Fiorentina non ha quasi mai più visto il campo. L’ultima partita da titolare del serbo risale al 1 marzo giorno di Roma-Inter, poi , dopo i 16 minuti contro il Napoli, ha giocato solo 27 minuti in 6 partite (21’ contro il Torino e 6’ col Parma).

In quattro occasioni (Udinese, Chievo, Sassuolo e Cagliari) è rimasto seduto in panchina per tutti i 90 minuti. L’umore di Ljajic non è dei migliori, si sente un giocatore importante e vorrebbe dimostralo sul campo.

L’Atalanta è l’occasione da non fallire per ritrovare l’imprevedibilità e la vena realizzativa di inizio campionato. Dal Verona a Verona. L’avventura di Ljajic in giallorosso era iniziata col botto all’Olimpico il 1 settembre quando con il suo gol la Roma batteva per 3-0 la squadra di Mandorlini.

Da lì sono arrivati 5 assist e altri 4 gol. L’ultimo proprio a Verona il 26 gennaio scorso. Da quel giorno il serbo si è come bloccato con Garcia che lo ha schierato da titolare in campionato solo nella partita casalinga contro l’Inter.

Quarantatre giorni dopo ecco l’opportunità ghiottissima per dimostrare, come fatto lo scorso anno a Firenze, di essere uno specialista dei finali di stagione: dopo Atalanta-Fiorentina del 13 aprile 2013 Ljajic nelle restanti 4 partite ha segnato 5 gol e sfornato 2 assist.

Un anno esatto dopo c’è ancora l’Atalanta sulla strada del serbo con una volata finale da fare a tutta per credere nella rimonta impossibile e per guadagnarsi il posto nella Roma che verrà.

Fonte: Il Romanista (P. A. Coletti)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom