Rassegna Stampa

Lo sponsor della discordia: il ricavato in beneficenza

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-05-2014 - Ore 08:18

|
Lo sponsor della discordia: il ricavato in beneficenza

Adesso, la maglia griffata che ha fatto tanto arrabbiare i tifosi della Roma, si èmaterializzata: eccola, (nella foto), la indosseranno Totti e compagni domenica contro la Juve e nell’ultima di campionato con il Genoa. C’è scritto Sky, che per tanti tifosi, è la responsabile della squalifica di De Rossi (Roma-Inter) e Destro (Cagliari-Roma), per aver puntato l’occhio solo su certi episodi e, precedentemente, non su altri.All’epocaproprio laRomaaveva storto il naso sull’utilizzo dei fermo-immagine e dei replay: «Chi decide quale episodio meriti un replay in più o un dibattito televisivo? Siamo in mano delle tv?». Il solito dilemma. E’ chiaro che questo accordo sia il classico segnale di pace, un modo, anche da parte di Sky, per stemperare i toni ed evitare la minaccia di una disdetta repentina dell’abbonamento. La tv satellitare celebra il ritorno dellaRomain Champions e adesso sono poste le basi per la prossima stagione. Una mossa commerciale comprensibile, mai tifosi la guardano con diffidenza. Vedremo.

BARROR DIXIT Il direttore commerciale AS Roma, Sean Barror, ha spiegato il perché di questa iniziativa. «Siamo felici che uno dei più importanti investitori nel calcio italiano, quale Sky è, abbia voluto omaggiare il ritorno della Roma in Champions, le cui partite saranno appunto trasmesse in esclusiva dall’emittente satellitare (per l’ultimo anno in esclusiva). Parte del ricavato derivante dalla partnership con Sky sarà infatti destinato a iniziative con finalità sociali, che avranno principalmente per oggetto i giovani e le classi più disagiate»

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom