Rassegna Stampa

Lotito ci mette il carico. Stavolta il limite è superato

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-07-2016 - Ore 07:04

|
Lotito ci mette il carico. Stavolta il limite è superato

IL TEMPO - CARMELLINI - Caro presidente Lotito, più volte siamo stati al suo fianco in battaglie contro tutto e tutti, perché le ritenevamo giuste anche quando la piazza le «soffiava» contro. Anche quando lei si ostinava a intendere la Lazio come una cosa mentre il popolo biancoceleste continuava a considerare la bandiera un bene «comune». Le abbiamo sempre riconosciuto la capacità di aver rimesso in piedi una società fallita e di averla, con la sua caparbietà, portata fin dentro il giardino delle grandi nell'alta classifica della serie A. Insomma siamo stati più volte con lei anche rischiando di sembrare di parte: e non lo siamo. Ma stavolta lei è andato davvero oltre. Non consentiamo a nessuno, mai, in ogni campo, di decidere cosa la stampa «libera» (e noi ci consideriamo tali) debba scrivere o sentire. Una conferenza stampa senza un normale dibattito, un contraddittorio, non è una conferenza stampa ma un comizio al quale i giornalisti sono liberi di partecipare o meno. Noi, come molti altri cronisti che seguono la Lazio ieri abbiamo deciso di andare via quando ha prevalso la maleducazione e l'arroganza: «Questa è casa mia, qui decido io e si fa come dico io!». No, caro presidente. Non si fa così, tantomeno quando si hanno ospiti a casa propria. Sarebbe bastato un bel comunicato stampa che poi le redazione dei giornali avrebbero deciso di pubblicare o meno. Il bilancio è purtroppo ancor più negativo di quanto già non fosse dopo la gaffe Bielsa. Nessuno (almeno per quanto ci riguarda) era venuto lì per accusarla, Il Tempo era venuto a Formello per capire cosa fosse davvero successo con l'allenatore dimessosi prima ancora di metter piede nella Capitale. Un figuraccia forse più attribuibile al tecnico che a lei ma ancora una volta è riuscito nell'impresa di passare dalla ragione al torto. Con ciò facendo felici i suoi detrattori e lasciando allibita quella «sparuta minoranza mediatica» che non l'ha mai criticata a prescindere.

Fonte: Il Tempo - Carmellini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom