Rassegna Stampa

Lucio chiede a Gerson di fare il Pjanic: «E Paredes mi ricorda tanto Pizarro»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-07-2016 - Ore 07:25

|
Lucio chiede a Gerson di fare il Pjanic: «E Paredes mi ricorda tanto Pizarro»

IL MESSAGGERO - TONGUE - La Roma lo ha acquistato con l'intento di rimpiazzare Pjanic, lui sente il peso di una grande eredità da tenere alta e sta facendo di tutto per farsi trovare pronto all'appuntamento con il campionato. Gerson, appena 19 anni, durante la preparazione a Boston si sta sciogliendo, capisce i dettami tattici di Spalletti e sta tirando fuori una personalità che i primi giorni di ritiro a Pinzolo ha fatto fatica ad uscire. Durante una partita d'allenamento ha lasciato partire un sinistro potente contro il quale Alisson non ha potuto fare nulla, mentre nel match a undici ha ricoperto il ruolo della mezzala provando ad inserirsi sulla sinistra e regalando fluidità al gioco. «Lui ama più giocare tra le linee a ridosso delle punte, però va un po' ad ingabbiarsi. Se ha la possibilità di avere più spazio è meglio non essendo uno rapidissimo di gamba, mentre lo è di mente e tecnica». Ne ha parlato così Luciano Spalletti che sta prendendo ulteriore tempo per valutarlo e capire se è pronto per essere gettato nella mischia già ad inizio stagione o se invece è il caso di aspettare del tempo per evitare che il giovane si bruci dopo poche partite. Chi è pronto per partire titolare è Leandro Paredes, che ha giocato a centrocampo davanti alla difesa nella partita contro i Boston Bolts (terminata 5 a 1 con doppietta di Dzeko e Strootman e gol di Iturbe) insieme con l'olandese e Gerson. «Leo somiglia molto a Pizarro nel modo di far girare la palla. È preciso per quel ruolo e noi abbiamo bisogno di uno proprio lì», ha spiegato Spalletti che continua a schierare Florenzi esterno d'attacco nel 4-3-3, con Dzeko e Iturbe. La difesa è il reparto da aggiustare, Emerson basso a destra e Mario Rui a sinistra non bastano, il tecnico sta aspettando rinforzi dalla proprietà. 

DE ROSSI STOP - Dopo il caos legato al visto per entrare negli Stati Uniti che ha coinvolto Salah, finalmente l'egiziano ha ottenuto il lasciapassare, questa sera raggiungerà la squadra a Boston e domani pomeriggio parteciperà all'allenamento. Un mistero, invece, su quando Szczesny raggiungerà i compagni: «Avere due portieri di questa qualità dà una spinta in più a quelli che sono i nostri obiettivi», ha detto Spalletti in attesa di allenare il polacco. Intanto, nella seconda sessione di lavoro ieri in America, De Rossi si è fermato per un problema al tallone destro: già oggi però dovrebbe tornare in campo.

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom