Rassegna Stampa

Ma l’impianto è di Pallotta e se vende la squadra palazzi e arena restano a lui

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-09-2014 - Ore 10:25

|
Ma l’impianto è di Pallotta e se vende la squadra palazzi e arena restano a lui

La questione della proprietà dello stadio, su cui il Campidoglio ha chiesto certezza che sia della società Roma, è un tema delicatissimo. «Sarà senza dubbio un asset del club giallorosso» ha giuratoPallotta nella conferenza di presentazione del progetto nel Palazzo Senatorio. Ma a giugno il prospetto informativo per l’aumento di capitalepresentato in Consob ha evidenziato qualche elemento che ha messo in imbarazzo il management della squadra. «Lo stadio della Roma sarà autonomo ed indipendente rispetto alla Società» si legge nel documento, dove è chiaramente espresso anche come l’impianto «sarà totalmente finanziato e gestito da soggetti privati». Altrettanto chiaro che le società protagoniste nella realizzazione si sono impegnate «a concedere l’utilizzo dello stesso, una volta costruito, all’As Roma». Il motivo però di questa scelta è detto poco più avanti:«La realizzazione del progetto» si legge «non vedrà il coinvolgimento economico finanziario da parte della Società». E questo perché inserire nel bilancio del club i costi per la realizzazione dell’impianto esporrebbe automaticamente la Roma agli oneri (e soprattutto ai rischi dal punto di vista finanziario) di un’operazione dai costi esorbitanti che ne azzererebbe i margini operativi: un po’ quello che è successo negli ultimi anni all’Arsenal.

Lo stadio dunque non sarà della Roma, ma il capitale della società proprietaria dello stadio avrà la stessa partecipazione del club: di fatto i soggetti proprietari di uno lo saranno anche dell’altro. «Abbiamo un gruppo di proprietà che ha una partecipazione di controllo nel club e avrà la partecipazione di controllo anche nello stadio», spiega Mark Pannes, manager addetto alla gestione del progetto.Ma se Pallotta cedesse il club, dovrebbe cedere anche lo stadio?Questo, al Campidoglio, qualcuno lo dovrà chiarire. Una volta per tutte.

Fonte: LA REPUBBLICA (M. PINCI)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom