Rassegna Stampa

Maicon costretto a saltare Bologna

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-02-2014 - Ore 08:03

|
Maicon costretto a saltare Bologna

Emergenza a Bologna. Con il recupero di Totti molto difficile (oggi verrà valutato lo stato di riassorbimento dell’ematoma e solo in seguito si deciderà la tabella di lavoro da seguire: ieri seduta di fisioterapia), la Roma perde Maicon, costretto ad uscire domenica sera nella gara contro la Sampdoria per un risentimento muscolare alla coscia sinistra. Gli esami strumentali verranno effettuati in giornata e dovranno stabilire non lo stop, pressoché certo, ma se esiste o meno una lesione che allungherebbe inevitabilmente il rientro in campo del difensore. Anche nell’ipotesi più ottimistica – semplice elongazione o lieve contrattura – i tempi per la trasferta di Bologna (si gioca sabato sera) sono troppo ristretti. Quello che induce all’ottimismo è che stavolta si tratta della coscia sinistra e non la destra che costrinse l’ex interista ad un lungo stop nel girone d’andata. In giornata verranno esaminate anche le condizioni dell’anca di Benatia che però non preoccupa più di tanto Garcia, convinto di averlo a disposizione.

CARICA MORGAN - Se lo augura anche De Sanctis che in campionato ha subito un solo gol nelle ultime cinque partite: «Il risultato di domenica era fondamentale – ha spiegato il portiere a margine della presentazione del libro “Papaveri e papere, prodezze e nefandezze dei presidenti del calcio” – In campionato bisogna costantemente dare continuità alla classifica, perché la Juventus non si ferma mai e il Napoli ha ripreso la corsa. Ora dobbiamo vincerle tutte: ci proveremo». Poi uno sguardo al futuro: «Se la Roma, come ci auguriamo, giocherà le coppe, ci sarà bisogno di una rosa più ampia e completa».

INAUGURAZIONE MOSTRA - In serata, poi, il portiere ha raggiunto l’ex mattatoio di Testaccio, dove insieme a Totti, De Rossi, Garcia, Florenzi e il ceo Zanzi ha presenziato all’inaugurazione della mostra ‘Roma ti amo’. Proprio Florenzi, oltre a rilanciare la corsa alla Juventus – «Crediamo ancora allo scudetto» – ha poi scherzato sul capitano giallorosso: «Ho visto il primo tesserino di Francesco, lì è praticamente uguale a suo figlio».

Fonte: IL MESSAGGERO - CARINA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom