Rassegna Stampa

Manolas si sposa e fa lo stopper: «Il mio futuro? Decide la Roma»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-05-2016 - Ore 08:29

|
Manolas si sposa e fa lo stopper: «Il mio futuro? Decide la Roma»

LA GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - A tutti i Kostas, se proprio non si può fare a meno dei giochi di parole. Perché nella vita c’è qualche corteggiamento a cui si può cedere. Prendi Manolas: sabato dirà sì alla fidanzata che di cognome fa Prevezanou e di nome fa Nike, che non è uno sponsor tecnico ma in greco vuol dire vittoria. Vittoria su tutti i fronti, questa famiglia: una figlia, Kostantina, già nata a gennaio e un papà che viene richiesto da mezza Europa. Ma eccolo qui, un corteggiamento che non s’ha da trasformare in matrimonio. Perché diventa difficile immaginare, per nel mezzo di una giungla come quella del calciomercato, poter rompere un accordo con l’Olympiakos che prevede il versamento al club greco da parte della Roma del 50% dell’eventuale cifra di un trasferimento prima dell’1 settembre 2016. In fondo, non lo vorrebbe neppure Manolas, se è vero che in un’intervista rilasciata in patria a Sport.fm ha dichiarato: «In Grecia potrei giocare solo con l’Olympiakos, se un domani dovessi tornare lo farei solo per quella maglia».

DA RANIERI A TOTTI - Non solo Grecia. Manolas ha parlato anche della Roma e del futuro prossimo: «Ho un contratto di altre tre anni con il club, questo significa che la Roma ha la prima e l’ultima parola sul mio destino. Tutto dipende dalla società. Delle voci che mi riguardano si occupa il mio procuratore , io non penso ai trasferimenti». Buon difensore anche con le parole, perché il pressing di Chelsea e soprattuttoManchester United non è roba di poco conto. E pensare che in Premier potrebbe ritrovare da avversario quel Claudio Ranieri eroe di Leicester e in Grecia spernacchiato su più fronti: «Ma non è la stessa cosa, allenare un club e una nazionale. Posso solo dire che i risultati negativi con la Grecia furono colpa più dei giocatori che di altre cose», ha detto ancora Manolas, prima di accarezzare Francesco Totti: «È un grande uomo, un giocatore molto valido e un vero leader. Ha una personalità forte, è un esempio per i compagni».

VERSO IL RINNOVO - Il prossimo anno saranno ancora insieme, se le vie del mercato non produrranno colpi di scena davvero troppo…colpi di scena da poterci pianificare qualcosa intorno. Di pianificato, al momento, c’è solo un rinnovo di contratto promesso al difensore nelle scorse settimane, frutto di un colloquio tra i dirigenti giallorossi e l’agente del difensore. Manolas, 25 anni tra due settimane, ha un accordo ancora lungo con la Roma, in scadenza nel 2019, ma ritoccabile in meglio secondo i parametri giallorossi, se è vero che al momento si attesta sull’1,8 milioni di euro. A settembre, non prima, dovrebbe arrivare l’adeguamento. Buon per Spalletti, che vuole fare del greco il punto fermo della difesa della nuova Roma. Con buona pace dei corteggiamenti europei, probabilmente rimandati di qualche mese. Perché c’è da giurarci su che, se il rendimento del greco continuerà ad essere questo, le offerte da capogiro non mancheranno neppure tra 12 mesi, quando non ci saranno più clausole di mezzo. E a quel punto, saranno numeri in libertà.

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Zucchelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom